Utente 858XXX
Salve,
Ho preso cialis 5 mg per un mese e mezzo. Senza nessun effetto collaterale. dopo un mese le mie erezioni sono tornate di nuovo scarse e il dottore mi ha dato ancora un ciclo di cura di cialis 5 mg per 15 giorni. ho notato però adesso,, con questo secondo ciclo di cura, che mi è sorta una tachicardia. Ammetto che quando sto con una donna ho una continua tachicardia (credo a causa dell'ansia)
perchè ho sempre il pensiero dell'erezione.. però ora la tachicardia compare anche quando sto facendo altro che non riguardi la sfera sessuale. Può quindi il cialis portare a tachicardia? io nel dubbio ne ho sospeso l'assunzione.
Un'altra domanda, lo stato di tachicardia forte e continua che ho stando vicino ad una donna potrebbe essere nemica dell'erezione ??
GRAZIE PER L'ATTENZIONE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

se lei ha assunto Cialis per 40 giorni senza effetti collaterali dubito fortemente che una nuova assunzione di Cialis sia responsabile della sintomatologia che ci riferisce.
Per rispondere alla sua seconda domanda: lo "stato di tachicardia forte e continua" che ha stando vicino ad una donna è molto probabilmente l'espressione di ansia, come lei correttamente ipotizza, che è sicuramente nemica dell'erezione.
Concluderei suggerendole che alla sua età non ritengo che la soluzione ai suoi problemi sia l'assunzione continua di farmaci per l'erezione; credo che lei abbia diritto ad una valutazione andrologica dettagliata per definire e superare alla base la sua difficoltà di erezione.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
sarei un po curioso con quale diagnosi le è stato perscritto quel farmaco, quali visite ed esami ha eseguito.
Il deficit erettile non è una malattia è un sitomo di problemi ormonali, ansiosi, circolatori e metabolici.
[#3] dopo  
Utente 858XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la vostra attenzione,
in seguito a una perdita di rigidità dell'erezione mi era stato prescritto cialis 5 mg, perchè gli andrologi pensavano fosse un problema psicologico. anche se io ho sempre saputo che non era psicologico, mi conosco. mi hanno fatto fare gli esami ormonali,e l'elettrocardiogramma (per prescrivermi cialis): tutto nella norma. E il fatto che questi esami ormonali fossero nella norma per loro era condizione sufficiente ad escludere problemi organici. ora mi hanno ridato il cialis 5 mg per poi rivalutare il problema dopo questo secondo ciclo. l'ansia mi è sorta dopo il fallimento della prima cura, dato che, una volta finita, le mie erezioni sono ritornate a essere scarse. Ammetto di avere l'ansia adesso, ma in principio il mio problema di perdita di rigidità non è avvenuto in circostanze psicologiche di ansia , è sorto tutto all'improvviso, perchè nei rapporti sessuali sono sempre andato benissimo.
Ora al terzo giorno che assumo la pillola di cialis 5 mg sento che ho questa tachicardia anche quando non sto con una donna e sto facendo altro,oppure al risveglio ( quando sto con una donna il cuore è un tamburo e non capisco perchè, anche se provo a distrarre la testa pensando ad altro). magari è coincidenza..ma non credo alle coincidenze. Grazie mille per la vostra disponibilità.
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
una puntualizzazione, la diagnostica non tocca a lei ma agli andrologi che l' hanno visitata. Peraltro avvallata dal sua rifiuto di credere che lo sia: è un sintomo.
Detto questo e quindi dato per giuste le diagnosi dei colleghi le dico che:
1) Le guarigioni da deficit erettivo per problema psicologico indotte da farmaci quali quelli che lei prende sono il 15% nel caso in cui siano coinvolti problemi strutturali di personalità (es. timidezza)
2) La percentuale è un po più elevata ma non alla sua età se si tratta di problimi psicologici indotti da faccende gravi es. lutto.
Pertanto le consiglio un colloquio con uno psicologo bravo che sappia rimetterla in sesto senza bisogno della tal medicina.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

se lei dice di aver fatto un ECG ( ma anche una visita cardiologica ?) risultato normale, di aver assunto Cialis 5 mg, senza importanti disturbi della frequenza cardiaca, e di aver notato tale fenomeno solo durante le ultime assunzioni io consiglierei, in primis, di parlarne con il suo medico, di fare una VISITA cardiologica spiegando tali fenomeni per capire se la tachicardia possa essere collegabile ad altro o solo all'uso del tadalafil, che essendo un vasodilatatore, necessariamente induce un aumento della frequenza dei battiti cardiaci al fine di compensare la diminuita pressione arteriosa ma in genere senza caratteri tali da determinare consapevolezza negativa o disagio al paziente
cari saluti

[#6] dopo  
Utente 858XXX

Iscritto dal 2008
Cari dottori,
vi ringrazio e seguiro il vostro consiglio rifacendo una visita andrologica e una psicologica.
Solo un'ultima curiosità: la tachicardia in sè ,che non deriva da stato d'ansia o psicologico, può essere un fattore sufficiente a non ottenere un 'erezione?
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la tachicardia è un sintomo, non una malattia, per cui derva da una infinità di cose e di certoi non ingenera deficit erettile, se no tutti gli innamorati cui batte il cuore sarebbero nei guai seri quando pensano alla loro amata.
Le posso comunque assicurare una cosa che forse la prende un po di traverso: esistono sintomi ansiosi che sono apparentemente slegati da stati ansiosi consci, perche servono a scaricare l' ansia.
Faccia sapere come vanno le cose se vuole.