Utente 940XXX
L'utilizzo di beta bloccanti può determinare un aumento della glicemia?
Quali altri farmaci sono disponibili per evitare questo problema?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, lei ci offre pochi spunti per poterle dare una corretta ed esauriente risposta. Ci indichi, ad es.,i dati anamnestici e clinici del paziente, terapia svolta, nonchè valori di glicemia riscontrati.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 940XXX

Iscritto dal 2008
Si tratta di mia madre, 45 anni, in terapia con eutirox per asportazione della tiroide. Da 6 mesi a questa parte le è stato prescritto anche 1/4 di pastiglia di atenololo per controllare una frequenza cardiaca modestamente elevata (90-100 ppm). Durante quest'ultima terapia, avendo a casa una macchinetta per misurare la glicemia, ha riscontrato un progressivo aumento: prima della terapia ha sempre avuto valori fra 90 e 100, ultimamente sono saliti a 115-125. Può essere dovuto al beta bloccante? Ci sono farmaci alternativi privi di questo effetto collaterale? Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il dosaggio del b-bloccante utilizzato è davvero troppo basso per poterlo ritenere unico responsabile dell'aumento della glicemia. Di certo, se i valori glicemici permangono a tali valori, sarà utile effettuare alcuni restringimenti dietetici (in particolar modo zuccheri e pasti ipercalorici in genere), aumentare la propria attività fisica e ripetere a breve un prelievo venoso per valutare il profilo glicometabolico completo (colesterolo totale, HDL-col, trigliceridi, emoglobina glicata).
Cordialmente,