Utente 133XXX
Spett.le Dottore Durante un rapporto sessuale mi capita spesso (in un anno 3 volte circa) di avere fastidio alla punta del glande durante i rapporti sessuali, tanto da non poter continuare... La cosa strana, però è che noto anche una fuoriuscita anomala di liquido "giallastro" e gelatinoso ogni qualvolta sento questo senso di dolore... Il mio medico ha detto: "PROSTATITE" ma in base a ciò che ho letto, non sento così calato il senso della libido e non ho mai letto che la prostatite porta questa fuoriuscita di liquido gelatinoso durante il rapoorto. Inoltre l'ultima volta che ho avuto questo problema, il mio glande si è riempito di macchie (tipo brufoli) ed escrescenze... Il tutto si è risolto con una cremina ed il DIFLUCAN... Sono spesso soggetto a "ricadute", però. Lei pensa che sia prostatite??? Credo sia importante specificare che quando ero piccolo mi hanno sempre consigliato quella che credo si chiami "circoncisione", in quanto avevo problemi per quanto riguarda la fuoriuscita del glande attraverso il prepuzio. Con l'avvento dei miei primi rapporti sessuali, però, credo questo problema sia scomparso, in quanto il glande fuoriesce tranquillamente (almeno credo). Cosa mi consiglia di fare? C'è qualche medico nella zona di Napoli che possa aiutarmi a risolvere definitivamente questo problema?Inoltre avrei pensato di assumere FINASTERIDE contro la caduta di capelli. Ho letto che la finsateride è stata usata contro l'ingrossamento della prostata...Potrebbe migliorare la situazione, quindi??? Ringraziandola previamente, Le invio i miei più cordiali saluti. Giuseppe

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore 13302,

i suoi sintomi richierebbero una valutazione specialistica.
Si rivolga al Dottor Maffucci della Urologia dell'Ospedale Monaldi, a nome mio
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
mi sentirei di condivedere con Lei la punta di scetticismo nei confronti della diagnosi di prostatite. Di certo il Collega Medico di base Le avrà consigliato un eame ecografico transrettale della prostata, potrebbe fornire elementi interessanti. Per quanto riguarda l'assunzione della Finasteride, direi che è indispensabile farlo sotto una guida Medica e non di Sua iniziativa o per sentito dire.
Io, in ogni caso, indagherei meglio sul problema locale, quelle "macchie e brufoli ed escrescenze" che Lei afferma di notare. In tal caso, lo Specialista ideale è naturalmente il Dermatologo.
Affettuosi auguri per la risoluzione del Suo problema e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2006
Innanzitutto ringrazio il Dott.Martino ed il Dott.Pozza per la disponibilità dimostratami...
Prima di chiudere la discussione, però, volevo precisare che il mio medico generico non mi ha mai dato informazioni dettagliete sulle eventuali analisi da fare, anzi non ha mai accennato niente a riguardo!!! Avrà sottovalutato il problema. Cmq a questo punto comincio a preoccuparmi. Sono consapevole che tramite il sito non potete darmi risposte certe ma secondo voi qual'è il problema??? Devo preoccuparmi più delle macchie o "brufoli" sul glande o di una eventuale prostatite? Tutto ciò a cosa può essere dovuto? Può essere anche importante precisare che dalle ultime analisi del sangue complete (rilasciatemi dall' AVIS dopo donazione) tutti i valori sono nella norma... E'anche importante dire che anche la mia partner aveva dei problemi... A fatto qualcke giorno fa un test per la Candida: POSITIVO. In ogni caso farò una ecografia prostatica ed indagherò a fondo sul problema. Ho molta fiducia sui medici di questo sito, per questo è da voi che vorrei qualche opinione più dettagliata. Grazie ancora e buon lavoro.
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
nulla vieta chiaramente che Lei si sottoponga alle dovute indagini per entrambi i sospetti diagnostici. Di certo il problema dell'affezione sul glande è connesso con i problemi accusati dalla Sua compagna che, è appena il caso di sottolinearlo, deve immediatamente essere vista da un Ginecologo.
Che dire del comportamento del Suo Medico di base? Niente. Gli faccia però presente che, nonostante Lui sia pagato dal nostro Sistema Sanitario Nazionale (e quindi da tutti noi cittadini), Lei è stato costretto a ricorrere ad un Forum Medico su Internet. Non credo che la cosa possa o debba farlo sentire professioanlmente appagato. A noi invece si, ci fa piacere che Lei abbia fiducia in questo Forum ed in quanti spendono il loro tempo libero per rispondere.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO