Utente 502XXX
Il giorno 3/07/18 durante un combattimento di lotta libera in palestra ho riportato una frattura scomposta al IV metacarpo diafisaria e spiroidea. Non avendo prima mai subito una frattura e nonostante il dolore , ho proseguito non solo l’allenamento ,ma anche le quotidiane attività per circa 3-4 giorni pensando che si trattasse di una semplice contusione . Recatomi al pronto soccorso nei giorni successivi mi viene effettuata una immobilizzazione con delle fasce . Successivamente alla visita con il chirurgo ortopedico si fissa la data 18/07 per eseguire l’intervento di riduzione e sintesi con fili di k . Durante l’intervento ,che si è prolungato ben due ore in più del previsto, si decide di aprire la mano . Nel post operatorio vengo informato che sei frammenti dell osso erano finiti nei muscoli e non mi viene detto niente altro . La domanda è la seguente: La frammentazione dell osso è dovuta al fatto di non essermi recato immediatamente al pronto soccorso e aver continuato ad utilizzare l’arto ?
Ringrazio per anticipatamente per la disponibilità
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

si, è possibile.

Di norma, però, è preferibile utilizzare placca e viti in titanio nelle fratture spiroidee scomposte.

Il solo filo di K al massimo può correggere in parte l'asse longitudinale, non l'eventuale rotazione assiale (anche se meno invasivo).

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 502XXX

Iscritto dal 2018
Gentilissimo dottor Leccese grazie per la sua disponibilità.
Ne approfitto per farle le ultime domande generali , considerando che non mi è stata data questa possibilità in ospedale .
Il non aver utilizzato placche e viti in titanio , può comportare anche futuro deficit funzionale ?
Il secondo intervento , per rimuovere i fili di k , come viene svolto generalmente (quanto può durare ,che tipo di anestesia viene utilizzata..)?
Infine , ci sono possibilità che io possa riprendere l’attività sportiva normalmente ,considerando che si tratta di uno sport di contatto fisico abbastanza intenso ?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il filo si rimuove ambulatoriamente quando si è formato il callo osseo.

Per ora deve solo aspettare e verificare, quando le sarà consentito, come flettono le dita (chiusura a pugno).

Non posso rispondere a tutte le sue domande perchè non ho elementi sufficienti.
[#4] dopo  
Utente 502XXX

Iscritto dal 2018
Comprendo dottore .
Direttamente in sala operatoria mi è stata effettuata una doccia gessata(che indosso attualmente) ,lasciando libera tutta la zona della mano che va dalle nocche alla punta delle dita . Mi è stato detto di mobilizzare il più possibile la mano fin dalla mattina successiva all intervento , aprendola e chiudendola a pugno...posso stare tranquillo ?



La ringrazio nuovamente per la sua gentilezza e disponibilità
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ripeto, non ho elementi per esprimere un giudizio....sono troppi i dettagli che non conosco....
[#6] dopo  
Utente 502XXX

Iscritto dal 2018
Salve dottore. Da circa 24 ore ,il fastidio che accusavo alla mano fin dal post operatorio è passato da un 3 su 10 a un 6 su 10 (cercando di renderle l’idea)al punto che oggi , a distanza di 22 giorni dall intervento di osteosintesi con fili di k ,ho preso il primo antidolorifico fuori dall ospedale . La cosa che però mi lascia maggiormente perplesso e che, in attesa del controllo clinico tra pochi giorni ,mi ha spinto a scriverle è la seguente :
Sempre nell ultime 24 ore circa , la chiusura a pugno della mano è cambiata , sembra meno efficiente rispetto a prima, l’anulare tende a nascondersi sotto al medio e e percepisco questo “difetto” ,anche se visivamente quasi per niente.

Comprendo che da qui non le è consentito dare alcuna indicazione e sostituirsi a chi ha modi di visitarmi di persona ,però se potesse dirmi la sua a riguardo lo apprezzerei .
La ringrazio per la sua disponibilità
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Potrebbe essere proprio quella "rotazione assiale" di cui parlavo inizialmente, che non può essere eliminata con l'uso di fili di K, ma solo con placca e viti...
[#8] dopo  
Utente 502XXX

Iscritto dal 2018
Grazie nuovamente , le auguro una buona giornata !
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Altrettanto a lei.
[#10] dopo  
Utente 502XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno Dottore,
Mi scuso se le faccio una domanda poco pertinente,ma forse è una domanda che le è già stata fatta dai suoi pazienti :
La presenza dei fili di k , necessita di certificati o altro per i controlli aereoportuali ?

Grazie anticipatamente e buona giornata
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si: non passa al metal detector....
[#12] dopo  
Utente 502XXX

Iscritto dal 2018
Grazie mille dottore buona serata
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
[#14] dopo  
Utente 502XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno dottore.

Venerdì 17 ho effettuato il controllo clinico e radiografico , a distanza di 45 giorni dalla frattura (frattura scomposta IV metacarpo spiroidea diafisaria) e a 30 giorni dall intervento (sintesi con fili di k , durante L intervento si è aperto per presenza di frammenti ossei nei muscoli) .il chirurgo in un primo momento,dopo aver osservato la radiografia mi dice :” torni tra 30 giorni per il controllo clinico e le diremo quando fare il secondo intervento per rimuovere i fili “ io gli ricordo che già erano trascorsi 45 giorni dalla frattura ,si scusa e torna ad osservare per diversi minuti la radiografia e mi comunica che è tutto apposto e che il 24 rimuoveranno il filo...é possibile secondo lei non aver notato che era tutto apposto ?? Cioè , se io guardo una radiografia per vedere se l’osso è ok e comunico al paziente che occorre attendere 30 giorni (non ricordando che erano già trascorsi )come faccio a dirgli dopo che invece è tutto ok ? Perché il callo osseo non si vede subito ?
Non se può rispondere alle mie domande ,ma vorrei evitare danni e quindi chiederle se secondo lei io debba consultarmi anche in altre strutture .
Grazie e mi perdoni per la lunghezza del messaggio.