Utente 970XXX
Sono un ragazzo di circa 20 anni, due anni fa, dopo indagini strumentali (RMN Encefalo ed Ipofisi senza e con mdc – nella norma) e di laboratorio (IGF, LH, FSH, Prolattina, TSH, FT4, ACTH, Cortisolo, Cariotipo ed altri esami di routin, tutti nella norma, ad eccezione del Testosterone ed in particolare dal test da stimolo con LHRH – ripetuto dopo tre mesi), mi veniva diagnosticato un “Ipogonadismo Ipogonadotropo”. Per detta diagnosi il medico specialista mi prescriveva una terapia, iniziata nel mese di febbraio 2007, con GONASI HP da somministrare per via sottocutanea nella dose di 1000U.I., a giorni alterni e per tre volte la settimana.
I vari esami di laboratorio eseguiti durante questo periodo di trattamento hanno evidenziato un valore del Testosterone tra il 4,50 e il 6,70 ng/ml..
Attualmente, in considerazione che è trascorso un certo periodo solo con la somministrazione di GONASI HP, il medico mi ha gia rappresentato che si dovrà integrare la terapia con altri farmaci tra cui il (FOSTIMON), gradirei conoscere se per il caso specifico, il presente trattamento terapeutico è quello più idoneo e già sperimentato per risolvere il problema diagnosticatomi ed i relativi tempi di cura, e quali sono le conseguenze negative nel lungo termine relative alla somministrazione dei citati farmaci.
Mi è stato inoltre rappresentato che una volta terminata la terapia sopra adottata, per compensarne la carenza, sarò costretto ad assumere del Testosterone (quali sono i prodotti più efficaci e con meno effetti collaterali tutt’oggi in commercio).
Inoltre gradirei conoscere altre indicazioni e/o suggerimenti utili per il trattamento della suddetta diagnosi, comprese strutture pubbliche o private.

Ringrazio anticipatamente tutti coloro che risponderanno a queste mie domande.
Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
da quanto scrive sembra che il caso clinico sia gestito con ottima cognizione di causa. per caso le è stato richiesto anche un esame seminale? completerebbe il quadro clinico.
di testosteronici ce ne sono molti, alcuni molto efficaci.
non si può, però, parlarne in questa sede. sarà lo specialista curante il giusto interlocutore.
in generale una terapia ormonale sostitutiva, quando necessaria come sembra per lei, non ha effetti collaterali ma solo benefici.
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
per igogonadismo ipogonadotropo si intende una patologia
caratterizzata dalla mancata secrezione da parte dell'ipofisi delle gonadotropine (FSH ed LH).
Questi ormoni sono responsabili, fondamentalmente, della produzione del testosterone e della maturazione degli spermatozoi. Per trattare questa situazione è necessario somministrare questi ormoni carenti (ed è la terapia che
Lei sta effettuando).
Si affidi con serenità e fiducia al medico che la sta trattando e chieda consigli a lui per ogni suo dubbio in quanto è la persona più idonea a darle consigli avendo a disposizione tutte le indagini da Lei effettuate.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 970XXX

Iscritto dal 2009

Grazie ……..

per il Dr. G. Biagiotti confermo l’effettuazione dell’esame seminale che ha evidenziato la presenza di Azoospermia, per questo motivo il medico mi ha consigliato il proseguimento della cura per un certo periodo e successivamente, a seguito di un nuovo esame seminale in cui si rileva la presenza di spermatozoi mi ha proposto un’eventuale conservazione presso una banca del seme, e successivamente proseguire la terapia solo con la somministrazione di testosterone.

Qual è il Vs. parere?

In caso di somministrazione solo di testosterone per un lungo lasso di tempo, posso riprendere la cura per poter stimolare nuovamente la produzione di spermatozoi?

Cordialità.
[#4] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
salve,
le confermo la correttezza della gestione del suo caso.
difficile rispondere alla sua ultima domanda.
Per la mia esperienza , dopo un lungo periodo con solo testosterone i testicoli non riprendono la loro funzione.
Ciò, tuttavia, non è sempre la regola.
cordialità
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

dalla sua descrizione sembra di trovarsi di fronte ad un caso di Ipogonadismo Ipogonadotropo che risponde abbastanza bene alla terapia sostitutiva con gondotropine tanto da portare alla comparsa di spermatozoi nell'eiaculato.
Mi sempra che il consiglio del suo curante sia corretto...continuare la terapia e vedere di crioconservare gli spermatozoi (pochi o tanti) recuperabili nel suo eiaculato per eventuali procedure ICSI nel momento che lei decidesse di avere o tentare di avere dei figli..
Il problema della attività sessuale,.... libido, erezione---rapporti sessuali...potrà essere risolto abbastanza bene con una più semplice terapia con testosterone
Continui a farsi seguire dal suo specialista
cari saluti