Utente 975XXX
Sono una donna di 66 anni e per oltre 25 anni ho sofferto di una noiosa allergia agli acari della polvere che si manifestava con gonfiore agli occhi che durava 1/2 giorni (gonfiore sia sulle palpebre che sotto il bulbo oculare). In cura da un allergologo ho assunto per 5 anni un vaccino che migliorò di molto la situazione. Da qualche anno invece le manifestazioni di gonfiore sono riprese e da una prova allergologica non risulto più allergica agli acari della polvere. Ciononostante ogni mese circa ero assalita dal gonfiore agli occhi. Inutile ripetere il mio pregerenare tra un allergologo ed un oculista, senza esito. Mi sono decisa ad effettuare delle prove di intolleranza alimentare e, sembra, che il disturbo sia notevolmente diminuito di intensità e durata (con un intervallo che va dai 15 giorni a 1 mese).
Esiste allora una rispondenza tra il gonfiore agli occhi e l'intolleranza alimentare? Dalle notizie lette mi sembrava il contrario. Devo proseguire su questa strada ? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
La scomparsa della positività agli acari è probabilmente da ricondurre agli effetti del vaccino con conseguente riduzione delle IgE.
Talvolta si hanno comunque manifestazioni che possono ancora essere causate da queste allergie. Esistono però anche gonfiori a carico degli occhi da alterazioni ormonali e fra tutte quelle da tiroide. Perciò sarà utile verificare con il dosaggio degli oroni tiroidei.
Non esiste invece nessuna relazione tra intolleranza alimentare e gonfiore agli occhi.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 975XXX

Iscritto dal 2009
Egregio Dottore
desidero ringraziarLa per la risposta datami che purtroppo non mi aiuta anche perché ho già effettuato il dosaggio di cui Lei parla e non è emerso nulla.
Frazie ancora