Utente 975XXX
Salve,
da un po di tempo ho notato che sono apparsi in vari punti della superfice del pene piccolissimi nei scuri leggermente rilevati, in zone dove la pelle ha una colorazione piu scura.I bordi il colore e le dimensioni non sono anomale,rispetto a quanto leggo qui sul sito,sul controllo dei nei;tuttavia la cosa che mi ha insospettito e' la rapidita con la quale si sono diffusi(nell'arco di un paio di mesi);non solo,aggiungo che soffro di psoriasi guttata,in uno stadio abbastanza avanzato, che talvolta si espande sino alla zona del pene(asta,dove sono presenti i nei).In questi casi tali nei scompaiono,apparte uno che ha dimensioni maggiori,per poi ripresentarsi puntualmente quando la pelle sembra libera dai sintomi della psoriasi.I nei sembrano esattamente gli stessi.
Non ho proprio idea della cosa,puo darsi che sia un altro tipo di malattia della cute?
premetto che qualche mese fa ho dovuto applicare sul pene pomate cortisoniche e di altro tipo(salicilico,vasellina)
Ringrazio in anticipo i medici per le risposte
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
12% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
I nei possono presentarsi in qualsiasi area del corpo, dalla testa ai piedi, zone intime comprese. Quando effettuiamo la classica dermatoscopia (detta impropriamente mappa dei nei) il controllo andrebbe effettuato in tutte le aree cutanee, anche quelle non esposte al sole (es. pianta dei piedi, genitali, glutei, etc). I nei dell'area genitale sono un fenomeno comunissimo, ma quelli che si modificano in tempi rapidi, meritano più attenzione. Al prossimo controllo dermatologico, sarà possibile valutare il grado di tranquillità dei suddetti nei, esaminandoli clinicamente o mediante dermatoscopia. Questa metodica è rapida, non invasiva e a disposizione di tutti i dermatologi. Cordiali saluti e in bocca al lupo!
[#2] dopo  
Dr. Emanuele Di Pierri
24% attività
4% attualità
12% socialità
MATERA (MT)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la risposta alla sua domanda è si, può trattarsi di qualcosa di diverso dai nei, specie se si sono manifestati in così poco tempo, potrebbero essere condilomi, angiocheratomi, cheratosi e si potrebbe continuare con le ipotesi, ma da questa sede il nostro migliore ruolo è quello di indirizzarla ad una visita presso uno specialista in dermatologia e venereologia che le consentirà di svelare la diagnosi e se necessario di sottoporsi al trattamento oppure no se questo non sarà necessario.
Ci faccia sapere l'esito.
Cordialità
[#3] dopo  
Utente 975XXX

Iscritto dal 2009
Salve di nuovo,grazie delle tempestive risposte,e crepi il lupo!
la cosa che mi ha appunto fatto insospettire e' il fatto che questi puntini sparissero per poi ripresentarsi anche settimane dopo all'incirca nelle stesse posizioni.
so benissimo che non posso avere una diagnosi tramite un sito web,comunque ho postato delle foto ,almeno per avere un parere.

sembrano simili a foto di "verruchette" che ha postato un altro utente del sito...
aggiungo che avevo una verruca sulla parte interna del polso sinistro(decisamente di un altro tipo pero')che mi sono portato dietro per circa 1 anno e mezzo,e che per forza di cose e' venuta a contatto con il pene(!)nonostante abbia cercato di fare attenzione.
grazie molte per le risposte,se non voi fosse stato questo servizio probabilmente avrei continuato a non pensare a qusto problema e a far finta di nulla.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Emanuele Di Pierri
24% attività
4% attualità
12% socialità
MATERA (MT)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
non è possibile richiedere i quesiti medici con questa modalità da parte dell'utenza, nulla può sostituirsi alla visita dermatologica reale e diretta.
La visita medica deve svolgersi in modo rituale e completo, nel rispetto dei modi e dei luoghi in cui si svolge, soprattutto nell'interesse del paziente. la diagnosi è una cosa seria.
Si affidi pure al suo dermatologo di fiducia
Cordialità
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

non si fa diagnosi da una sede telematica, né posso assecondare l'utilizzo di immagini amatoriali per un orientamento al paziente: sappia che una buona e succinta descrizione da parte costra può bastare al nostro indirizzo specialistico:

ancora, deve sapere che sulla cute del pene, non solo i nei melanocitari possono presentarsi, ma anche altre formazioni simili a nei - che in realtà appartengon ad altre categorie dermatologico venereologiche, sovente associate a malattie sessualmente trasmissibili (la papulisi bowenoide, la condilomatosi genitale, i molluschi contagiosi sono solo alcuni esempi)

si affidi al suo dermatologo venereologo di fiducia.

cari saluti
[#6] dopo  
Utente 975XXX

Iscritto dal 2009
Salve,
giustamente nn posso pretendere diagnosi online,sarebbe assurdo,speravo fosse solo possibile ,dalle foto,capire se si trattasse di nei o di altro.
Il punto e' che voleveo aspettare che le lesioni psoriasiche sparissero prima di effettuare una visita dermatologica esclusivamente per questo problema,per permettere allo specialista di avere una visione piu chiara,cosa che faro' al piu' presto.
Saluti.
[#7] dopo  
Utente 975XXX

Iscritto dal 2009
Salve,
Ho effettuato la visita dermatologica come da voi consigliato;anche se la diagnosi non e' stata molto chiara.
Al primo controllo ,al medico risulava trattarsi di verruchette piane, che avrebbe rimosso in una seconda seduta.
al secondo appuntamento tali verruche erano "cambiate",infatti l'intervento si e' limitato solo alla rimozione di due puntini ch erano rimasti tali;gli altri infatti non risultavano piu' rilevati,quindi solo pigmentazione piu scura della pelle.
aggiungo che nei giorni intermedi alla visita e all'intervento ho applicato sui genitali,una pomata composta da vasellina,salicilico e un cortisonico,poiche' la psoriasi si stava leggermente ripresentando.il dermatologo ha quindi detto che si trattava di lesioni psoriasiche.
A poche settimane dall'intervento purtroppo il problema si ripresenta.la forma di tali verruche non si avvicina minimamente alle altre lesioni psoriasiche che ho sul corpo(e che avevo sui genitali)in quanto sono piccole nere rilevate e non danno prurito,la cosa quindi ha sollevato in me molti dubbi.

-Le applicazioni di cortisonici e salicilico possono aver quindi modificato l'aspetto delle verruche?

-puo trattarsi di una manifestazione dell' Hpv?

-che test devo fare per sapere con certezza se ho tale virus?

-l'uso del profilattico è da considerarsi sicuro al 100% in questi casi(anche per impedire trasmissione delle semplici verruche)?

La visita,in questo caso mi ha confuso molto sulla natura di questo problema poiche non credo assolutamente si tratti di psoriasi.spero almeno di avere qualche chiarimento in piu da voi ,anche se farò al piu presto un altra visita.
grazie in anticipo delle risposte.
Cordiali saluti.