Utente 976XXX
buongiorno.
Vi scrivo perché ho bisogno di un aiuto.
Mio marito ha fatto ultimamente le analisi dello sperma e il medico ci ha riferito che il suo sperma è immobile e che dovrebbe seguire un andrologo. Lui si rifiuta di fare altri controlli medici perché è da 3 anni che andiamo avanti a fare varie analisi e seguendo varie terapie e solo adesso è stato riscontrato questo problema.
Mi potete dire se è una cosa che si può curare e se si riesce a trovare la cura da seguire senza dover fare di nuovo le analisi mediche?
Preciso che ogni volta che andiamo da un medico ci da sempre gli stessi esami da rifare, e sinceramente i costi non sono bassi.

Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara signora per diele se si può curare è indidpensabile capirne la causa, ed ovviamente l'unica strada da prendere è quella di una visita andrologica
[#2] dopo  
Utente 976XXX

Iscritto dal 2009
Riuscir a convincerlo è molto difficile poiché per 3 anni nessuno dei medici ci ha detto di questo problema, però quando ci siamo recati in Algeria (siccome lui è d'origine algerina) ne abbiamo approfittato per sentire un noto medico algerino ed è stato lui a fargli fare le ultime analisi e a darci la notizia.
Lui ha perso un pò la fiducia nei medici ed è per questo che io sto cercando di trovare un medico che magari solo con le ultime analisi fatte ci possa dare una cura senza dover fare di nuovo le analisi.
Lui al momento sta seguendo una cura di vitamine.
Mi riuscite ad indicare un buon andrologo? Noi abitiamo nella zona di Treviso e sono vicina anche a Mestre.
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettrice ,

via tutte le paure ed indecisioni!

Per la scelta poi dell'andrologo chieda un consiglio al suo medico di fiducia, anche il nostro sito la può orientare ed eventualmente può consultare pure il sito ufficiale della SIA (www.andrologiaitaliana.it).

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,
spesso esiste una certa forma di rifiuto di accettare di avere un problema di causa di infertilità. Noi "vecchi" andrologi lo vedevamo con una certa frequenza , 20 anni fa, nei maschi che vivevano nel sud e che qualche volta rifiutavano di sottoporsi ad accertaementi e terapie preferendo pensare che dovesse essere essere una "responsabilità" della donna.
A Mestre o a Padova, in Ospedale o all'Istituto di Endocrinologia o Ginecologia sicuramente potreste trovare medici ed esami accessibili anche mediante il SSN
Cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

se ci sono "resistenze" maschili inutili e rischiosi, provi ad indicare a suo marito queste letture : il manuale, scritto dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano", CIC edizioni internazionali, Roma, oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollati Boringhieri editore srl, Torino.

Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#6] dopo  
Utente 976XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio per il vostro prezioso aiuto.
Lui non è che non accetta l'idea di aver il problema, ma non vuole più cominciare dall'inizio a fare esami ecc...
Abbiamo preso anche in considerazione la fecondazione in vitro e volevo sapere se oltre i centri privati ci sono anche dei centri pubblici dove si puo fare il FIVET.
a treviso ne abbiamo uno ma come prezzi siamo sui 4000 euro.
grazie mille
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Signora,

oggi su tutto il territorio nazionale esistono numerose Strutture pubbliche o private convenzionate che permettono di accedere a queste tecniche di secondo e terzo livello semplicemente pagando un "ticket" come richiesto per tutte le altre prestazioni elargite dal Sistema Sanitario Nazionale.

Chieda un consiglio al suo medico di famiglia che meglio di noi conosce queste strutture e soprattutto la situazione sanitaria nel territorio in cui lei risiede.

Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com


[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

nel Veneto non so , a Roma esiste un'unica struttura PMA convenzionata con il SSN ma con tempi "biblici" mentre in Toscana , a Chianciano, Firenze e in altre sedi funzionano, bene, strutture accreditate con il SSN
Sul WEB non le sarà difficile trovarle
cari saluti
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
mi permetta di ricordare che la legge 40/2004 sulla fecondazione assistita, come la FIVET, indica di collocare tale pratica dopo il fallimento di tutte le altre terapie andrologiche e/o ginecologiche per infertilità.
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Signora ,

il collega Cavallini solleva in effetti un problema "legale" reale da non sottovalutare che è dovuto alla legge citata e che prevede , prima di ricorrere ad una tecnica di riproduzione assistita, sempre una attenta valutazione andrologica e ginecologica che certifichi che non ci sono altre possibilità o strade terapeutiche da seguire.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com