Utente 982XXX
buongiorno...volevo scriverle per un problema che riguarda non tanto me...o me ,in realta' ,ma di riflesso...quanto il mio fidanzato.Siamo insieme da 7 anni io ho 28 anni e lui 36, e abbiamo fatto una casa insieme pronti(almeno pensavamo) a sposarci.Fino a qualche tempo fa ,pensavo sarebbe stato l'uomo della mia vita...ora non ne sono piu' tanto sicura.E'stato sempre non troppo espansivo come un po' imbarazzato e impacciato nei miei confronti,tanto che per il primo bacio ho dovuto attendere ben 6 mesi in quanto per lui io ero la prima ragazza...io invece avevo avuto due altre piccole storie giovanili ...ma e' certo che avevo comunque avuto ...(pur se in modo puerile )piccoli approcci con l'altro sesso...percio' ho sempre rispettato le sue scelte e raramente prendevo l'iniziativa...certo, con me nn discuteva quasi mai...ha sempre avuto un comportamento impeccabile e amorevole,pieno di attenzioni,e uno splendido rapporto con i miei genitori..che lo hanno sempre adorato...sembrava il vero principe delle favole...intelligente,brillante negli argomenti ...il problema diceva lui era che era inesperto.. e io mi sono fidata visto che Inesperti siamo entrambi direi...se mi trovo a questo punto...bisogna dire che noi siamo entrambi cattolici praticanti e viviamo anche questo con un peso diverso...io piuttosto distaccata(almeno nella sfera sessuale) lui invece...con molta piu' convinzione...dando molta importanza alla verginita' prima del matrimonio...in realta' a oggi...mi viene il dubbio che questa sia solo una scusa per nascondere una realta' totalmente diversa.Infatti i nostri problemi rigurdano la sfera propriamente sessuale...gli approcci di petting sono sempre stati molto saltuari e anche deludenti...perche sopratutto all'inizio bastava anche un semplice bacio per farlo eiaculare...(anche se a volte accade ancora oggi)il mio imbarazzo era piuttosto forte...poi,nel tempo,speravo le cose sarebbero cambiate...e invece,esattamente dopo 7 anni mi ritrovo in questa situazine:abbiamo solo approcci VESTITI...basta che lo tocco anche sul pantalone per farlo eiaculare...non posso toccarlo se non solo i capezzoli...e lui fa quel poco altrettanto con me...per educazione e per il blocco psicologico della chiesa dice lui....per questo motivo io raramente arrivo ad avere l'orgasmo...e tutto questo mi ha procurato un vero e proprio blocco psicologico...Dimenticavo di dire inoltre...che e' stato operato di varicocele e mi diceva sempre di andare saltuariamente da urologi per dei controlli..e poi, anche con questi approcci cosi'...elementari lui soffre di ansia da prestazione...mani fredde,trema...e mi ha sempre detto che tutto questo era normale...e che io non capivo che gli uomini ero fatti diversamente dalle donne e che mi desiderava molto..quindi si puo' immagianre la mia situazione disatrosa...io la notte faccio incubi del tipo che bacio altri ragazzi o sogno comunque di conoscere altra gente scappando da lui...cosi ho deciso di parlagliene..."PER ME NON E' UN PROBLEMA"....questo e' cio' che mi ha risposto e dopo un'incredibile discussione l'ho convito ad andare da un sessuologo...risultato?mi dice che e' lo ha fatto per me,che il medico gli ha detto che soffre di un problema comune a molti uomini una semplice eiaculazione precoce e che dovevamo solo spingerci oltre..a me siceramente il discorso non mi convinceva...e ho capito che forse lui(per orgoglio maschile) non aveva raccontato tutta la verita'...cosi preso il coraggio a due mani...e decido di prendere un appuntamento con il sessuologo da sola per andare a esporre l'altra parte della medaglia della nst relazione...quando il dottore mi ha ascoltato mi ha dato un altro responso e mi ha detto chiaramente che la situazione per me e' critica che saro' infelice e mai appagata come donna perhce' lui soffre di eiaculazione precoce ANTE PORTAM...e che se gia vestito accade l'irreparabile...il rapporto fisico sara' quasi impossibile...visto che lui si rifiuta di collaborare..
Il mio fidanzato... quando gli ho raccontato cosa mi ha detto il medico..ha detto che questo medico e' stato esagerato ed e' andato da un'altro medico...da PSICOLGO generico...che gli ha nuovamente detto che nn e' un problema...e domani vuole portare me...ora mi chiedo...qual'e' la verita'? cosa mi aspetta nel futuro ? lui di questa situazione ne poteva essere gia a conoscenza e me l'ha voluta tenere nascosta...? ora nn c'e' piu' feeling ,alchimia...queste sono cose che si costriscono...o se nn ci sono mai state nn si possono piu' costruire?un amore senza sesso puo' esistere...lei che ne pensa di tutta questa situazione...per me come donna...?la ringrazio se vorra rispondermi prima di domani cosi da affrontare il problema con la dovuta serieta'..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Cara signora ritengo la vostra situazione di coppia assai complicata e dal profilo psicologico estremamente delicato. Ritengo che appurati i disturbi di tipo organico del suo partner (eiaculazione precoce) essi vanno trattati con un approccio sia medico che psicologico. L'eiaculazione precoce infatti non sempre risponde soltanto ai farmaci, ma comunque vale la pena di provare. Infine ritengo che l'affiatamento di coppia farà il resto e se tutto va bene le cose si risolveranno.
Tanti auguri ad entrambi.
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettrice,
ritengo che da quanto ci dice il suo ragazzo possa sicuramente beneficare di una valutazione, innanzitutto andrologica e poi forse psicosessuologica.
Mi permetto di non condividere le affermazioni drastiche dello psicologo riguardo l'irreversibilità della condizione di eiaculazione precoce, anche perchè conclusioni diagnostiche/terapeutiche non ritengo possano competere ad uno Psicologo, senza che il suo ragazzo sia stato innanzitutto valutato da un Andrologo o da un Urologo competente nel settore della Medicina Sessuale.
Suggerirei innanzitutto questo tipo di valutazione specialistica.
Mi pare di cogliere che di fondo vi sia un problema di motivazione del suo compagno a fare il primo passo, e voler cercare una soluzione; questo forse è ora la difficoltà maggiore.

Ci tenga informati!
[#3] dopo  
Utente 982XXX

Iscritto dal 2009
grazie per la celerita'...ma io le chiedo ulteriormente...quale potrebbe essere la mia vita sessuale?vista da donna questo intendo...e se dovessi pensarci su prendendo una pausa di riflessione questo risolverebbe il problema...?la prego sia piu' precisa..grazie
[#4] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile signora

confermando quello che hanno scritto i colleghi che mi hanno preceduto, le consiglio di rivolgersi quanto prima ad un esperto andrologo che possa risolvere i problemi del suo fidanzato.
Se vuole acquisire maggiori informazioni a riguardo mi permetta di consigliarle questo link:

http://www.studiourologicogallo.it/eiaculazione_precoce.php
[#5] dopo  
Utente 982XXX

Iscritto dal 2009
ho dimenticato di dire che il sessuologo con cui ho parlato e' anche andrologo....e mi ha detto queste cose...quindi devo preoccuparmi allora?
[#6] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile signora

L' eiaculazione precoce è un problema curabile.
E siamo in tre a dirglielo.
Le ho pure mandato il link del mio sito...
suvvia non si disperi!!!
Purtroppo da qui mi risulta difficile aiutarla ma penso che le cose si possono risolvere facilmente.
Se questo collega psicologo ha dipinto un quadro così drastico potete sempre ascoltare "un' altra campana" e recarvi da un altro specialista.
Con i miei migliori auguri
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se non ancora consultato e se desidera avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#8] dopo  
Utente 982XXX

Iscritto dal 2009
grazie per tutte le vostre risposte...la mia preoccupazione nasce anche da una sostianziale differenza:la visione del problema e di come esso viene vissuto da me e da lui..in maniera altrattanto differente...inoltre,ho spiegato che il sessuologo in questione e' anche andrologo...e quindi ha fatto tutta la visita del caso..ecco perche' i miei timori..che nn sia solo un problema andrologico ma di visione diversa della vita sessuale... e quindi che la mia situazione attuale possa solo peggiorare..grazie comunque..
[#9] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile signora

mi consenta di smettere i panni del medico per indossare quelli del filosofo.
allora, come detto da me e da altri 3 colleghi, in questo post:

L' EIACULAZIONE PRECOCE E' UN PROBLEMA CORREGIBILE!!!!

Do you understand?
Intiendes?

Tuttavia una visione così pessimistica della situazione in questione e della vita in generale non le consente di affrontare e risolvere il problema.
Senza un minimo di ottimismo non si va da nessuna parte.
Le rinnovo i miei migliori auguri di una felice vita di coppia col suo amato.
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Signora,

se il collega che la sta seguendo ha un'esperienza sia a livello psicosessuologico che andrologico penso che sia la persona più indicata ad affrontare e poi a risolvere il vostro problema che è complesso e richiede sempre una complessa e particolare gestione .

Stia alle sue indicazioni, se il vostro problema poi, come sembra, non è solo un'eiaculazione "precocissima", sarà sempre lui eventualmente ad indirizzarvi verso un collega con una esperienza più specifica su eventuali temi sessuologici e relazionali nuovi che in diretta potrebbero emergere.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
non si preoccupi che in sessuologia le resistenze, come vengono definite le sue preoccupazioni, fanno parte di un quadro generale, che con l' esperienza di chi vi seguirà andranno via via sciogliendosi.
In altre parole, è normale che si preoccupi, fa parte di un quadro. Ci tenga informati.