Utente 985XXX
Ciao Medicitalia.

Ho un problema. Sono stato operato di Varicocele Sinistro di 3°grado, il 20 gennaio scorso, mediante "scleroembolizzazione anterograda della vena gonadica", e la chiusura della ferita è avvenuta tramite i punti quelli di materiariale riassorbibile.

È passata poco più di una settimana, e al posto di vedere miglioramenti alla ferita, ho notato dei peggioramenti.

Negli ultimi due giorni, alla disinfettazione quotidiana (con l'uso di "betadine", come prescritto dal medico), noto che il cerotto è abbastanza sporco di sanque, e che la parte bassa della ferita (quella che poggia sulla parte alta dello scroto) è più gonfia della restante.

I bruciori alla ferita contituano. E mi avevano detto che in una settimana sarebbe passato.

Come mi devo comportare? Ho contattato il medico che mi ha operato, e mi ha detto che le perdite sono nella norma. Ma penso che il bruciore di giorno in giorno si debba attenuare e non aumentare.

Grazie in anticipo!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Gentile Lettore,
il chirurgo che l'ha operata è quello che può fare la valutazione migliore.

Se vuole ALTRI PARERI da quanto riferisce vista la vicinanza all'intervento non mi sembra ci siano fatti allarmanti, vedrà che i I SINTOMI SI RISOLVERANNO PRESTO.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile signore

I suoi disturbi sono nella norma e compatibili con il periodo di convalescenza della procedura a cui è stato sottoposto.
Abbia pazienza e la natura farà il resto.
Ha fatto bene a fare presente i suoi disturbi al medico che l' ha operata, che meglio di qualunque altro la potrà aiutare.
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
condivido il pensiero dei gollegh precedenti ritengo comunque che sarebbe meglio una visitita del chirurgo e piuttosto che un contatto telefonico.
[#4] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Ci aggiorni se può esserle utile.
[#5] dopo  
Utente 985XXX

Iscritto dal 2009
Si ho cambiato il cerotto qualche minuto fa. C'era abbastanza sangue (come da 3 giorni a questa parte).

O notato che questo parte dalla parte bassa (quella più gonfia). Continua a bruciare.

Non sarà mica infezione?
[#6] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
signore l'invitoè sempre valido vada dal so medico che potrà controllarle la ferita
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,
molto spesso nella sede di una incisione chirurgica ( quella fatta per introdurre l'ago..della scleroembolizzazione) si può formare una piccola raccolta ematica o sierosa che può determinare un rigonfiamento della ferita, fare uscire delle gocce di materiale ematico o siero-ematico o sieroso e risultare un po' dolente.
Rappresenta una delle piccole complicanze generiche di tutti gli atti chirurgici.
consulti l'ambulatorio dell'ospedale anche per evitare possibili infezioni
cari saluti