Utente 986XXX
Un mio amico da qualche tempo ha quotidianamente forti fitte al cuore. Sicuramente non sono dolori intercostali vista la frequenza e l'intensità degli attacchi. Queste fitte gli vengono sopratutto verso sera, magari quando è più stanco e proseguono più o meno intense per tutta la notte, anche se non è escluso che le abbia anche durante il giorno. Il dolore parte fortissimo dal cuore, dopo di chè inizia l'intorpidimento del corpo a partire dal braccio sinistro a volte arrivando anche fino alle gambe oltre al busto. Recentemente mi sono accorta che inoltre durante le fitte più gravi gli capita di perdere i sensi per qualche minuto. La situazione mi preoccupa molto, spero lei sappia dirmi di cosa si tratta e se esiste qualche cura, rimedio, o semplicemente un modo per dargli sollievo durante gli attacchi? Da quanto dice il dolore è davvero fortissimo, e a volte è costretto a doverlo sopportare per l'intero corso della giornata. Per favore aiutatemi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, non sapendo l'età del suo amico, eventuali patologie correlate o fattori di rischio, in assenza di esami strumentali e basandosi solo sulla sintomatologia, non posso altro che consigliarle di far recare il suo amico presso un collega per una visita con ECG. Saluti
[#2] dopo  
Utente 986XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr Martino, il mio amico ha 24 anni, non beve e non fuma, fa attività fisica una volta a settimana. Gli è capitato in passato in uno o due casi di avere crisi epilettiche. Ha fatto alcune visite al cuore in cui gli hanno detto che la situazione non è preoccupante, che c'è un anomalia del cuore ma che il dolore sarebbe dovuto passare con il tempo. Da quest'estate tuttavia non ci sono stati miglioramenti, anzi le fitte sono sempre più forti e frequenti.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In base a quanto dice resta comunque valido l'invito a procedere con un consulto da qualche collega di suo riferimento, solo la visita accompagnata ad almeno un ECG possono escludere eventuali dubbi sulla pertinenza cardiologica della sintomatologia descritta.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 986XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi per la perseveranza, volevo aggiungere che dall'ultima visita è risultata la presenza di un soffio al cuore, questo in che modo può essere collegato alle continue fitte? Vorrei inoltre porle un'ultima domanda, c'è il rischio che queste frequenti fitte siano infarti? Ho letto qualcosa al riguardo e se non sbaglio un infarto provoca oltre al forte dolore persistente anche l'intorpidimento degli arti e la mancanza di fiato, tutti sintomi che presenta il mio amico. Ma è possibile visto che il dolore è quotidiano, che lui abbia un infarto al giorno?
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la domanda, come spero lei si renda conto, è del tutto fantasiosa e priva di senso. Il soffio al cuore è un'alterazione acustica della normale emodinamica cardiaca (cioè del corretto funzionamento valvolare) spesso di natura benigna. Se il soffio sia espressione o meno di una valvulopatia e se questa poi sia una delle cause delle fitte o dei disturbi avvertiti dal suo amico, sono solo ipotesi che solo una visita cardiologica può effettivamente confutare o confermare. Saluti