Utente 578XXX
Buongiorno dottori sono un ragazzo di 35 anni e vi scrivo per un problema sorto a mia madre circa sei mesi fà; dopo parecchie settimane di dolore lombare che prendeva anche quasi tutta la gamba destra, mia madre si è decisa a farsi una lastra e l'esito è questo:

RX COLONNA LOMBOSACRALE

Rachidelombare con modestadeviazione destra convessa.
Non riduzioni significative dell'altezza dei matameri lombari.
Lieve antero-listesi di L4 su L5, di circa 6 mm.
Inizialidiffuse alterazioni spondilosiche.
Modesta riduzione in ampiezza degli spazi intersomatici,sopratutto nei versanti posteriori e al passaggio lombosacrale.

il suo medico di condotta gli ha detto che ha bisogno di fare della ginnastica motoria oppure nuoto, senza dare altre spiegazioni in merito.
Ora quello che vi chiedo gentilissimi dottori è, se potete essere cosi gentili da spiegarmi voi in parole povere quale sarebbe il problema di mia madre e, (premetto che mia madre ha 70 anni e non vedo come possa andare a fare della ginnastica o nuoto da sola per quanto possa essere autosufficente a questa età) e cosa potrebbe fare in alternativa alla ginnastica o al nuoto.

Vorrei aggiungere che mia mamma vive di pensione minima e non si puo permettere spese folli di fisioterapia, ho sentito parlare che in alcuni casi si possa usufruire di terapie e di cure termali spesate dal SSN è vero?

Vi ringrazio anticipatamente e vi auguro una bellissima giornata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Flavio Borgomastro
28% attività
4% attualità
16% socialità
MOLFETTA (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
certo che è possibile eseguire trattamenti fisiokinesiterapici tramite SSN.
Per quanto riguarda la colonna lombosacrale di sua madre non ci sono cose particolari degne di nota tranne la normale involuzione senile (cioè con l'età) della struttura ossea anzi le dirò di più a quanto pare non ci sono segni particolari di osteoporosi tipici dell'età!Vi è solo una riduzione degli spazi intersomatici(cioè tra una vertebra e l'altra) e una spondilolistesi( cioè uno scivolamento anteriore di una vertebra sull'altra)che probabilmente sono responsabili del dolore alla gamba.
Le consiglio di seguire le indicazioni del suo medico curante.Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Carlo De Michele
24% attività
12% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Gentile utente, debbo premettere che non è possibile ipotizare nessuna diagnosi a partire da un dato relativo ad un esame, quale che esso sia, senza avere la possibilità dell'esame diretto del paziente. La radiografia a cui si è sottoposta sua madre può essere in relazione con i sintomi riferiti, ma potrebbe anche essere compatibile con un a situazione di completa assenza di disturbi. Non posso che darle quindi consigli di ordine generale. Una persona dell'età di sua madre dovrebbe mantenere un peso corporeo adeguato, vale a dire che dovrebbe essere magra, ed un livello di attività fisica elevato. Capisco che sarebbe difficile pensare ad una attività di palestra o di nuoto. ma dovrebbe almeno fare camminate impegnative di circa un'ora al giorno. Per quanto riguarda la fase acuta è necessario che si rivolga ad uno specialista, che potrebbe essere un ortopedico od un fisiatra e solo dopo aver risolto il problema attuale potrà cominciare una attività fisica che almeno nelle fasi iniziali potrebbe essere costituito da ginnastica posturale o riabilitativa che dovrebbe essere fornito dalle usl.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 578XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimi dottori vi ringrazio per la vostra risposta e mi fa piacere sapere che non c'è nulla di rilevante...
cercherò nel limite del possibile di fare come dice il dottor De Michele la porterò da uno specialista perchè gli possa ridurre il dolore fatto ciò cercherò di convincerla a fare un pò più di movivento fisico.
Nel frattempo vi ringrazio di cuore del tempo dedicatomi e del servizio che date alla gente.