Utente 137XXX
Sono un "giovane" di 34 anni; è circa un anno che, in seguito ad un rapporto poco lubrificato e forse ad altri fattori predisponenti, ho sviluppato una fimosi non serrata. All'inizio ho utilizzato un po' di olio di germe di grano, come proposto da alcuni medici, in altri siti, in caso di leggera "scleratizzazione" della pelle del prepuzio; questo ha coportato una elesticizzazione (peraltro temporanea) ma anche un inspessimento non uniforme della cute.Poi, pressato anche dalle visite mediche per un concorso, mi sono fatto visitare; il dottore dopo aver accertato la fimosi e una leggera parafimosi, mi ha chiesto se la pelle del glande è sempre stata chiara e mi ha invitato a effettuare subito la circoncisione (privatamente) a cui sarebbe seguita una biopsia.In seguito sono stato rapidamente visitato da un urologo che ha solo verificato la presenza della fimosi e non mi ha detto nient'altro.
Avrei dovuto circoncidermi poco tempo fa ma per mie scadenze e avendo preso coscienza, attraverso le Vostre risposte in questo sito, che bisogna comunque mettersi nelle mani giuste, temporeggio ancora oggi.
Nel frattempo, però, mi sono lasciato prendere dalla preoccupazione pensando a ciò che mi ha detto il primo medico!La pelle del glande certamente non è diventata chiara improvvisamente altrimenti l'avrei notato; certo nella crescita ha subito variazioni che ho sempre creduto fisiologiche.Nelle analisi del sangue ultime non sono risultate anomalie importanti.Le domande sono: la pelle un po' più chiara sul glande, rispetto al bordo, può essere sintomo di qualcosa di grave? e non doveva risultare niente dalle analisi?Posso posticipare la circoincisione (devo fare un corso d'accademia per sei mesi almeno) ho posso produrre danni ulteriori?Vi ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il Suo dubbio si risolve rapidamente e sicuramente sottoponendosi ad una visita specialistica Dermatologica.
Fermo restando la necessità di intervenire chirurgicamente per correggere la fimosi, il Collega La potrà tranquillizzare circa il reale stato del prepuzio e, se fosse necessario, aiutarLa con una prescrizione terapeutica.
Colgo l'ocacsione per ribadire, a mio parere ovvio, l'assoluta inutilità di trattare una fimosi con unguenti, olii, pomate, cataplasmi, denti di ippopotamo, testicoli di tigre, riti scaramantici e propiziatori con la luna piena...si soffre inutilmente, si perde tempo, si spendono soldi e ...si ricomincia...
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 13701,

una fimosi, magari insorta dopo una infezione loale, può dare diasagio nei rapporti sessuali ma non va considerata una "urgenza chirurgica".
Risolva i uoi problemi di accademia, di concorsi, etc... e poi consideri l'ipotesi di sotoporsi alla circoncisione, intervento semplice, indolore, ambulatoriale o quasi, che consente un immediato ritorno alla attività lavorativa.
Io consiglio sempre di fare l'esame istologico della cute del prepuzo asportata proprio come prassi chirurgica.
Non abbia timori !!
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2006
Vi ringrazio per la rapidità e professionalità della Vostre risposte! Al più presto farò una visita dermatologica (Da un dermatologo qualsiasi o c'è una specialità andrologica?) per poi sottopormi all'intervento.
Colgo l'occasione per chiederVi se il prepuzio può essere eliminato solo nella parte "malata" e se per il frenulo corto (diagnosticatomi) è consigliabile sempre una plastica (in che consiste?) anzichè un "taglio netto".
Cordialissimi saluti.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

spesso è possibile asportare solo la parte di cute prepuziale "malata" per non avere un glande costantemente scoperto. Dipende dalla situazione locale e anche dal chirurgo ( va deciso prima!)
Per PLASTICA si intende qualsiasi modificazione della condizione anatomica di base
Cari saluti
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
basta semplicemente una visita Specialistica Dermatologica.
Per quanto riguarda i dettagli dell'intervento di circoncisione, sono troppo legati alle scelte, abitudini e preferenze del Chirurgo che La dovrà operare.
Di certo il prepuzio può essere "regolato" a seconda delle necessità ed in parte, della volontà del paziente. Per quanto riguarda il frenulo, non vedo la necessità di conservarlo, anche perchè nella circoncisione classica si procede alla sua asportazione.
Si operi con molta tranquillità, scegliendosi però un Chirurgo di fiducia.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO