Utente 137XXX
Gentilissimi Dottori,
Mi capita sovente di avere una tensione che parte dal testicolo destro, attraversa l’inguine e si protrae nella coscia interna destra.
Il testicolo dx si presenta più in alto rispetto al sx e lo sento molto più in tensione (come se il cremastere fosse in tensione).
Di solito mi dura una giornata ed i giorni seguenti mi rimane l’indolenzimento del testicolo nella parte bassa, il dolore alla base del pene (inguine) e l’indolenzimento all’interno coscia.
Il dolore mi capita a periodi.
Tempo fa ero andato a fare una visita non riscontrando niente di anomalo ne al testicolo e né per una presunta ernia inguinale.
Il medico (andrologo) riscontrò solo una leggerissima Vericocolene sul testicolo sx.
Vorrei un vostro parere a riguardo ed un consiglio a quale tipo di visita mi potrei sottoporre…?

Nel ringraziarvi sentitamente per l’aiuto, Vi saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
come tante volte abbiamo volentieri scritto le cause di dolore scrotale non sono sempre originate da problemi testicolari o degli epididimi.
Bisogna sempre valutare una possibile causa di tipo "fisiatrico". Pubalgia, tendinite degli aduttori (giocatori di calcio, tennis etc), problemi alla colonna vertebrale, posture scorrette etc.
Se le visie Andrologiche a cui si è sottoposto (e spero anche all'ecocolordoppler scrotale) non hanno evidenziato nessuna patologia intrascrotale mi orienterei anche verso una valutazione Fisiatrica.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
tante volte ho scritto e volentieri ripeto che non tutti i segni e i sintomi clinici riferiti nella sede inguino-addominale debbono necessariamente essere addebitati a patologie dell'apparato genitale.
Tenga presente che nella zona esistono tutta una serie di strutture anatomiche di tipo muscolare, tendineo, legamentoso, nervoso e vascolare responsabili di affezioni più o meno gravi, di difficile diagnostica differenziale. I territori di irradiazione di eventuali sintomatologie dolorose a carico di queste strutture possono coinvolere l'apparato genitale, in particolare emiborsa scrotale omolaterale e pene.
In quelle persone che praticano sports, ma anche paradossalmente una vita troppo sedentaria, i problemi a carico delle strutture anatomiche sopra accennate possono essere non solo più frequenti ma anche più eclatanti.
Attenzione all'esistenza di una eventuale sindrome di "testicolo in ascensore"!
Non trascuri, insieme al Suo Medico di fiducia, anche altre possibilità: un sospetto di ernia crurale, una pubalgia, una cruralgia, una tendinite, una miosite, una nevrite dell'otturatorio, patologie del rachide etc. etc. etc. etc.).
Affettuosi auguri per la risoluzione del problema e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
zz
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
aggiungo solo alla precedente risposta che ovviamente la cosa migliore da fare mi sembra ricontattare il Collega Andrologo che La sta seguendo clinicamente. E' chiaro fino a prova contaria.
Ancora un affettuoso saluto.
Prof. Giovanni MARTINO