Utente 991XXX
Salve, volevo chiedere un opinione riguardo il problema che mi affligge. Sono un ragazzo di ventisei anni, apparentemente non ho mai avuto problemi a livello sessuale, se non un curvamento penieno verso il basso (che tra l'latro non ha mai dato problemi nell'atto sessuale ne ame ne alla mia compagna) e una parafimosi. Da maggio 2008 ho iniziato a soffrire di fastidiosi dolori tesitcolari che si manifestano principalmente quando sono seduto. Dopo una visita da un andrologo (che mi ha fatto un'ecografia testicolare) mi ha detto che non c'era niente e che poteva trattarsi di un problema ortopedico, e mi ha prescritto deglia antidolorifici generici che non hanno sortito nessun effetto se non temporaneo. non convinto, mi sono rivolto presso un altro andrologo (nel frattempo i dolori sono aumentati e coinvolgevano anche la parte pubica e mi ha procurato un problema di ejaculazione precoce)che subito mi ha detto che si poteva trattare di una vescicolite. Mi ha fatto fare un'ecografia transrettale delle vescichette seminali, dal quale e' risultata la prostata in condizioni normali, mi e' stata riscontrata una piccolissima cisti (che ha detta del medico e' una cosa che probabilmente mi porto dalla nascita e che non deve essere toccata almeno per il momento)e una vescichetta infiammata e leggermente ingrossata. Nel frattempo ho riscontrato anche una diminuzione dello sperma ejaculato (prima infati avevo un ejaculazione abbastanza abbondante). Lo spermiogramma con spermicoltura ha messo in evidenza i seguenti dati: colore biancastro, aspetto lattescente, viscosita aumentata, fluidificazione completa a 30, reazione - ph leggermente acida 6.8, ossservazioni vivacita' dgli spermatozoi mobili nella norma, progressione ridotta. concentrazione 21.700 mil/ml, concentrazione totale 39.060 mil/ejaculato, rapidamente progressivi 1%, lentamente progressivi 36%, localmente mobili 5% immobili 58%, motilita' 37%, vitalita' 98%, morfologia normale 39%, patologica 61%. I dati a detta del medico sono un po' sballati perche' c'è l'infiammazione in corso. Per eliminare l'infiammazione mi sono sottoposto allo svuotamento delle sacchette seminali mediante infiltrazione di soluzione a base cortisonica direttamente nelle sacchette. Al momento (a distanza di una settiamana) i dolori si sono placati in parte, ma quello che mi fa piu' paura sono i risultati dello spermiogramma. Potrebbe essere che tale risultato sia dato da una disfunzione a livello testicolare? premetto che i testicoli tendono sempre a risalire verso l'inguine specialmente la mattina e quando facio attivita' fisica (anche per svariate ore) e a volte scendono normalmente (per lo piu' quando sono rilassato). per favore consigliatemi. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
in merito ai dati dello spermiogramma, consiglierei di ripetere lo stesso dopo congruo intervallo (tre mesi) dalla risoluzione della sintomatologia, e dalla sospensione del trattamento farmacologico, e di considerare la situazione alla luce dei nuovi risultati.