Utente 993XXX
Gentili dottori,
son un ragazzo 22enne senza vizi,praticante anche a livello agonistico di judo.I primi di gennaio mi capitò di accusare dolori al petto e intorpidimento di entrambe le braccia:tutto successivo ad un sforzo prolungato.Fui portato al pronto soccorso e li dopo elettrocardioogramma nella norma mi trattatarono con Tranquirit pensando che fosse solo un disturbo d'ansia.Da allora ci sono stati altri eventi in cui ho accusato sempre dolori al petto,debolezza generale e senso di svenimento alcune volte.Il medico ha escluso problemi cardiaci,ma per essere sicuro farò ECG.Nell'EEG già effettuato hanno riscontrato lievi segni irritativi nella zona mediana e posteriore che si evidenziano dopo IPN e SLI.
Qualche giorno fa ho ricordato che precedentemente all'accaduto ebbi un forte mal di gola comparso da un giorno all'altro e un rigonfiamento di ghiandole sulla gola(mononucleosi?).
Ora continuo ad accusare i dolori descrivibili come fossero pizzichi diffusi sul torace i spesso accuso leggere fitte che terminano sulla scapola sinistra.
Devo preoccuparmi dei sintomi come problemi del cuore o come complicaziooni di un eventuale mononucleosi?
Posso tenere qualche particolare comportamento per non aumentare i rischi?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, dalla sua breve anamnesi non si evincono particolari rischi nè problematiche cardiache, tali da indurla in eccessive preoccupazioni. La diagnosi di mononucleosi si basa sulla visita e su appositi rilievi ematici (anticorpi) e non certo in supposizioni, visto che una qualsiasi infezione virale potrebbe determinare un ingrossamento dei linfonodi. Allo stato non le resta altro che consultare il suo curante.
Saluti