Utente 709XXX
A seguito di gastroscopia con responso: cardias incontinente e pangastrite, il medico di base mi ha dato Lucen 20 da prendere al mattino a digiuno. Poichè l'ematologo mi ha detto di prendere la cardioaspirina a giorni alterni (prima l'assumevo tutti i giorni), posso prendere anche Lucen a giorni alterni? Lucen è solamente un gastroprotettore o è una cura per la pangastrite? Inoltre ho reflusso che mi risale in gola ma dalla gastroscopia non risulta esofagite, allora perchè risale? è colpa del cardias incontinente? Lucen è utile anche per questo fastidioso sintomo?
Vorrei una cortese risposta da un gastroenterologo perchè il mio medico di base non mi ha chiarito bene il mio stato di salute.
Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Da quanto scrive, il farmaco sembrerebbe prescritto per la terapia dell agastrite e quindi assunto quotidianamente, indipenentemente dall' assunzione di cardioaspirina. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 709XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dr. Favara è quello che volevo sapere. Però non mi ha risposto al quesito sul cardias incontinente, c'è un rimedio per non far risalire il muco in gola?
Aspetto una sua gentile risposta.
Saluti. Carla
[#3] dopo  
Utente 709XXX

Iscritto dal 2008
Le sembrerà stupida questa domanda. Nell'elenco dei cibi vietati per la gastrite ho letto che c'è il vino. Vorrei sapere se mi è concesso berne due dita insieme all'acqua durante i pasti, anche perchè non mi piace berlo assoluto. Un'ultima cosa, ho limitato il caffè che prima amavo e bevevo almeno 2 volte al giorno. Ora solo uno dopo il pasto principale. Mi farà male?
Grazie ancora della pazienza e buona giornata.
Di nuovo tanti saluti. Carla
[#4] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Gli alcolici ed il caffe' sono gastrolesivi. Assumerli o meno ed in che quantita' dipende dall' intensita' dei sintomo e della severita' della malattia.
[#5] dopo  
Utente 709XXX

Iscritto dal 2008
Che vino e caffè siano gastrolesivi l'ho capito, ma avendo la pangastrite (è una malattia severa?)così come li prendo io possono danneggiarmi ulteriormente? Non ho al momento alcun sintomo rilevante. Oltretutto ho cambiato di netto la mia alimentazione.
La saluto cordialmente Carla
[#6] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
La gastrite non è considerata una malattia severa, tuttavia una dieta scorretta e la mancanza di terapia potrebbero aggravarla.Per indicazioni specifiche al suo caso è opportuno riferirsi al medico che la segue personalmente e ha posto la diagnosi.
[#7] dopo  
Utente 709XXX

Iscritto dal 2008
Il medico che ha riferito la diagnosi è quello che ha effettuato la gastroscopia, ma la cura mi è stata prescritta dal medico di base il quale è specialista in ginecologia. Per questo motivo chiedo lumi a Lei.
Saluti.
[#8] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
In questo caso, credo sia indicata una valutazione gastroenterologica su indicazione del suo medico curante.
[#9] dopo  
Utente 709XXX

Iscritto dal 2008
Significa che la cura me la deve dare un gastroenterologo?
Grazie
[#10] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Io credo che se il suo medico di base, indipendentemente dalla specializzazione conseguita, ritiene di avere sufficente competenza in materia per suggerirle una terapia ed il risultato è adeguato (cosa possibile in quanto comunque laureato in medicina prima di essere specialista), possa bastare lui.Qualora dovesse ritenere di chiedere la consuenza di uno specialista, il gasteroenterologo in questo caso è quello indicato.
[#11] dopo  
Utente 709XXX

Iscritto dal 2008
Il dubbio mi è venuto sulla sua competenza (in questo campo), quando 4 anni fa ho iniziato a prendere la cardioaspirina (prescritta dall'ematologo) il mio medico non mi ha prescritto un gastroprotettore ed oggi mi ritrovo con una gastrite cronica diffusa. Non dico che la colpa di tutto sia sua, probabilmente ci sono stati altri fattori, come lo stresso, l'ansia e l'alimentazione scorretta e di questo faccio ammenda, ma non potevo sapere che mi dovevo proteggere lo stomaco dalla cardioaspirina. Secondo me è stato negligente. Almeno in questo caso, ma continuo a stimarlo perchè è anche il mio ginecologo e finora mi sono trovata bene.
Non voglio fare polemica, quando va tutto bene sono tutti bravi, poi quando si scopre che un medico poteva informarci e curarci meglio non lo sono più.
Comunque, visto che ora prendendo Lucen 20 e Peridon sto bene, mi limiterò a farmi curare da lui. In seguito se si dovessero ripresentare i sintomi andrò dal gastroenterologo.
La ringrazio infinitamente per le delucidazioni.
Cordialmente Carla