Utente 138XXX
Salve, volevo se possibile un parere riguardo la mia situazione.
Nel giugno ’05 facendo sforzi molto pesanti mi sono causato una dilatazione delle vene dei testicoli, anche se il più dolente è quello sn, è tutto questo lo scoperto solo alcuni mesi dopo, avendo avuto un dolore irresistibile ai testicoli e dopo aver fatto un eco-color-doppler.
A distanza di un anno il dolore anche se leggero l’ho sempre, solo che giorni fa il dolore è di nuovo aumentato ma di poco, così facendo un’auto palpazione nella zona dolente cioè al testicolo sn nella parte superiore vicino all’epididimo ho sentito una o più piccole cose, paragonabili a delle piccole schegge che comunque non sono fisse nel testicolo ma si spostano, e più tocco queste cose più mi aumenta il dolore.
A questo punto è consigliabile un’altra visita oppure queste cose fanno parte del varicocele ?
Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
in presenza di una recrudescenza dei disturbi è bene rivaluatre la sua situazione clinica. Esegua un esame del liquido seminale e quindi ricontatti lo specialista che la sta seguendo.
Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

come le ha detto il Dottor beretta, si faccia visitare dal suo Medico o chieda di andare da uno specialista che potrebbe consigliarle di effettuare un esame EcoDoppler Scrotale per capire se si tratti di Varicocele e un esame del liquido seminale per vedere se ci siano delle interferenze con le strutture riproduttive
Dopo di che le saranno consigliate le opportune terapie
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
come le hanno già correttamente detto i Colleghi deve ricontattare l'Andrologo che la seguiva per fare il punto della situazione. Se si confermerà la diagnosi di varicocele allora le farà fare di certo lo spermiogramma e magari ripetere l'ecocolordoppler per documentare precisamente il grado del varicocele stesso che non mi sembra lei abbia riportato.

Non si trascuri
Un cordiale saluto
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Lei è stato molto bravo nel descriverci il reperto obbiettivo. Fermo restando la necessità di un consulto presso il Suo medico di base, in via preliminare almeno, mi piacerebbe chiederLe se piuttosto che la sensazione di "schegge", quello che sente assomigli di più alla sensazione di palpare un "sacchetto pieno di vermi".
Capisco che la cosa sembra fantasiosa, ma è proprio quello che di solito chiediamo al paziente.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per i vostri consigli.
- Per il Dr. Renzo Benaglia. Nel referto dell'EcoDoppler non vedo scritto il grado del varicocele.
Qui riporto ciò che è scritto: Testicoli entrambi di morfo-volumetria nei limiti della norma; ecostruttura dei didimi omogenea. Epididimi di normale aspetto. Non si osserva versamento patologico nelle cavità sierose scrotali. Si apprezza iniziale dilatazione varicosa delle vene del plesso pampiniforme bilateralmente (mm 2 circa di calibro max) in assenza di segni di reflusso venoso, a riposo e con la manovra di Valsava, all' esame eco-color-Doppler dei vasi scrotali.
- Per il Prof. Giovanni Martino. Proprio ieri mentre il dolore mi era passato ho rifatto la palpazione è con più calma invece di sentire le "schegge" ho sentito sempre nel lato superiore del testicolo sn delle cose sottili e poco lunghe, come se fosse una piccola vena dove in alcune parti si dilatava e poi si stringeva, e nel toccare la parte più gonfia il dolore aumentava fino ad arrivare al fianco sn.
So per certo che andrò a rifare l'ecodoppler almeno per stare tranquillo, ma volevo sapere avendo il varicocele se questi sintomi sono normali.
Vi ringrazio nuovamente.
Cordiali Saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile Signore,
in presenza di un varicocele è possibile che si scatenino dolori anche di tipo gravativo o sensazioni di "ipersensibilità" come da lei riferiti. Rimangono le indicazioni date dagli altri colleghi che mi hanno preceduto . Io , come già detto, aggiungerei una valutazione del liquido seminale che potrebbe eventualmente darci un ulteriore futura indicazione per una correzione chirurgica ,se dovesse essere confermata la presenza di un varicocele.
Ancora un cordiale saluto.
[#7] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
vene del diamtero masssimo di 2 millimetri e assenza di reflusso spontaneo o in corso di Valsalva io francamente non lo classificherei come varicocele. Il dolore che si irradia al fianco sinistro durante la palpazione di quella specie di vena sopra il testicolo mi fa pensare che sia l'epididimo (il canale deputato al trasporto degli spermatozoi appena fuori dal testicolo) e non una vena. Troppe ipotesi comunque non le sono di aiuto. Si faccia seguire da un Collega Andrologo e ripeta eventualmente l'ecocolordoppelr scrotale. Se fosse davvero varicocele, come le ha ripetuto il collega Dott. Beretta, effettuerà anche lo spermiogramma indispensabile pre intervento.

Un caro saluto
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che delle "flebectasie", cioè dilatazioni venose del plesso pampiniforme, che non superino i 3 mm di diametro, non possono definirsi varicocele. Fermo restando che manca il dato fondamentale dell'ecocolorDopplere che, come saprà, valuta invece proprio la eventuale presenza ed entità del reflusso ematico.
Fondamentale, una volta eventualmente accertata la presenza del varicocele, effettuare il controllo del liquido seminale.
Il fatto che la sintomatologia dolorosa si irradi verso l'alto sino al fianco, secondo il mio personale parere, potrebbe deporre per una patologia proprio venosa. Se fosse il deferente quello che Lei autopalpa, il dolore quando si irradia è più sovrapubico o perineale.
Comunque sono solo supposizioni. Attendiamo il referto Doppler e poi ne ridiscutiamo.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
, non sono