Utente 859XXX
Salve dottori, purtroppo soffro di fimosi e frenulo corto dalla nascita e non ho mai curato, ora mi è sembrato il momento ed un medico a cui mi sono rivolto mi ha consigliato la circoncisione tesa, in anestesia locale. L'intervento non mi spaventa assolutamente, la mia paura è un'altra!
Si dice che con la circoncisione si perda moltissima sensibilità su glande e frenulo, ma che è possibile fare ancora sesso sebbene con meno eccitazione, io però soffro non di eiaculazione precoce, ma addirittura di eiaculazione ritardata, cioè ci arrivo con molto ritardo però ci arrivo, non vorrei che con la circoncisione e la frenuloplastica perdendo ulteriormente la già poca sensibilità la mia eiaculazione diventi impossibile. Eventualmente esistono in commercio delle creme che restituiscano sensibilità

Vi ringrazio per l'attenzione ;-)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

valutata bene la sua situazione anatomica , in presenza di una fimosi vera, bisogna comunque fare una correzione chirurgica ed in questi casi difficilmente abbiamo il problema da lei lamentato.

Poi ulteriori informazioni può trovarle nell'approfondimento del collega Maio :

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42220

e, se desidera infine altre notizie più dettagliate ancora su eventuali problemi di natura andrologica, compresa la fimosi, che interessano i giovani maschi le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

mi raccomando, se non l'ha già fatto, esponga in dettaglio a chi la opererà la sua problematica di eiaculazione ritardata, prima dell'intervento. E' una informazione che è fondamentale dare preoperatoriamente.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

sulla possibilità che la circoncisione possa alterare la tempistica eiaculatoria , il dibattito è ancora aperto, anche se, in genere, circoncisi o no i itempi della eiaculazione non cambiano sostanzialmente.
Non esistono creme che ridiano la sensibilità
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 859XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per le informazioni che mi avete dato, veramente molto gentili! La mia è una fimosi serrata e quindi va operata, non ci posso girare in torno. Ma spero solo che se in futuro proprio a causa della circoncisione perda ulteriore sensibilità ed si allungano ancora di più le tempistiche già lunghissime esistano dei farmaci o qualcosa che diminuisca i tempi di eiaculazione rendendoli più normali. Grazie
[#5] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Faccia valutare dall'urologo che la visiterà il tipo di tecnica da utilizzare per la risoluzione della fimosi e si faccia spiegare bene le variazioni di sensibilità e le possibilità di adattamento che ci sono a seguito di questa procedura. Non sono molto d'accordo sulle variazioni presunte della tempistica eiaculatoria: ciò è meramente un discorso soggettivo.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

in presenza di una fimosi serrata , come già da lei saputo, non ci sono purtroppo "alternative".

Sul suo potenziale "problema" poi, se desidera avere più informazioni dettagliate, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=65191

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Utente 859XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio ancora per le informazioni, mmm interessnte quell'articolo li! Non credo di avere dei danni al sistema nervoso in quanto lo dovrei già sapere (sono pilota di liena) con tutte le visite che faccio. In genere però è una condizione risolvibile?

Prometto di non fare più domande sull'argomento (lo so a volte sono un pò pesante) visto che ci sono anche altri utenti più bisognosi di me di risposte però ogni tanto fa bene anche una speranza. Vi rifaccio i miei cordiali saluti e mi congratulo con lo staff medico e con il sito!
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

si ricordi sempre che si parte dalla considerazione preliminare che il problema post-chirurgico da lei sollevato è "potenziale" e cioè non sempre , anzi raremente, si verifica.

Quando si verifica però le possibilità di tornare indietro sono , come può intuire anche lei, "difficili" anzi improbabili.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com