Utente 994XXX
Buongiorno Dottore,

vorrei porle un quesito che mi provoco un po' di imbarazzo: volevo chiederle se c'è un limite oltre il quale la masturbazione può essere definita eccessiva e nociva alla salute.
Io ho 33 anni e conduco una vita di coppia regolare (anche se con la fidanzata mi vedo solo al week end...e le cose vanno bene dal punto di vista sessuale)però mi masturbo mediamente 2 volte al giorno.
Queste "2 volte" avvengono circa nell'arco di un quarto d'ora e nella fase serale della giornata cioè quando sono a casa, finoto di lavorare.
Siccome ho letto che secondo alcuni studi anche la masturbazione come il sesso eccessivo può essere causa di tumore alla prostata, vorrei sapere se è vero anche perchè sono un po' preoccupato.
GLi unici problemi che ho sono un po' di arrossamento irritativo del glande dopo i rapporti (masturbazione compresa...)ed a volte si forma anche una leggera patina biancastra.
Inoltre, da qualche anno, nell'esame delle urine c'è qualche traccia di emoglobina ma il mio medico dice che non è nulla di preoccupante.

La ringrazio per l'attenzione, mi scuso per la domanda un po' imbarazzante e le porgo i migliori saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
la frequenza della masturbazione non è associata a rischio di tumore prostatico.
La masturbazione eccessiva può determinare infiammazione a livello prostatovescicolare, oltre alla irritazione cutanea che ci ha descritto.
Non esiste un numero limite di riferimento per la masturbazione; il dato è soggettivo.
Le auguro di trovare presto la possibilità di vedersi più frequentemente con la sua ragazza.