Utente 965XXX
Gentilissimi,
in seguito ad una dolorosissima devitalizzazione,causa puntura intrapulpare(quasi a svenire),
il mio dentista procedeva ad un trattamento canalare(tre canali per l'esattezza) di un molare sx inferiore.
Questa prima seduta.
Dopo circa 20 gg.,mi recai dal dentista e procedeva alla verifica dei canali se eran stati liberati,
al controllo risultò ancora un canale dolorante,che lo controllava con degli aghi fino all'apice...un forte dolore....ma solo in questo......come mai??
provvedeva a ritrattarlo ed al controllo degli altri due,molto più tranquilli.
In questa seconda seduta me li ha otturati tutti e tre.
A distanza di una settimana,ancora fastidio mandibolare,non accuso dolore al dente,ma una piccola senzazione di strapazzo in loco(quando appoggio il molare superiore)
E' normale tutto ciò?
Ormai i canali sono stati chiusi,cosa fare eventualmente,se dovessi ancora aver un pò di fastidio?perchè lui mi ha detto che alla terza seduta lo chiude definitivamente.(per ora ho otturazione provvisoria,forse dà fastidio un pò per questo?...ripeto non ho nè senso di pulsazione,nè particolare fastidio).Grazie,vi prego attendo Vostra risposta e lascerò la valutazione.
Cordialmente,Donato.Messina.
[#1] dopo  
Dr. Filippo Martone
28% attività
0% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Dopo la chiusura definitiva un senso di fastidio potrà permanere per qualche giorno, per poi sparire. Porti pazienza e chieda più anestesia locale alla prossima ed ultima seduta.
[#2] dopo  
Utente 965XXX

Iscritto dal 2009
Gent.ssimo dottore,

il controllo dei canali,la seconda volta,seppur ancora uno dolorante (al secondo controllo),mi è stato praticato senza anestesia alcuna,
quindi ricontrollati tutti e tre,si procedeva alla chiusura.
E' normale che si controllano e si chiudono subito?
Adesso a distanza di dieci giorni (tra poco mi avvierò alla chiusura totale) è qualche fastidio di lieve entità.
Non riferisco dolore al dente , nè pulsazione,solo un leggero fastidio nella mandibola in prossimità del dente e vicino l'orecchio a volte.(il dente trattato inferiore sx molare).
Spero a chiusura finisca tutto.
Spero anche di esser in via di guarigione,anche se avrò da trattare dei molari superiori sempre dallo stesso lato.
Grazie per risposta.
[#3] dopo  
Dr. Pierfrancesco Rossi Iommetti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Semplicemente, nella seconda seduta il collega ha evidentemente rimosso gli ultimi residui del nervo (poca cosa) e questo può aver dato sensibilità e dolore durante la seduta. Inoltre, poichè è prassi comune (e corretta) spingere gli aghi (che si chiamano file o lime) anche un po' oltre la fine del dente, per mantenere il canale libero, è possibile che questa manovra, su un canale che era già un po' infiammato arrechi fastidio nel post-operatorio. Tale fastidio comunemente si manifesta proprio come tale quando porta i denti a contatto. La situazione è normale e molto comune; non se ne preoccupi, tutt'al più può aver contribuito l'otturazione provvisoria un po' alta. Comunque sono tutti fastidi che scompaiono nel giro di qualche settimana.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Il leggero fastidio nella mandibola in prossimità del dente e vicino l'orecchio a volte" che riferisce è verosimilmente legato allo stress perché probabilmente è stata a lungo a bocca aperta. Dovrebbero passare da soli, altrimnti ci faccia sapere.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
[#5] dopo  
Utente 965XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dott. Rossi Iommetti,

finalmente ho capito cosa sono queste lime.

A breve mi avvierò alla chiusura definitiva, anche se vorrei che mi facesse una rx,per veder un pò come sta la situazione(dallo stesso lato ho un molare da controllare, e, un dente del giudizio credo già in necrosi,ma attualmente non dolorante,posti in posizione superiore a quello già trattato).
Comunque a detta del mio dentista, il trattamento per quelli superiori è tecnicamente meno elaborato.
Infatti per il molare inferiore sx ho avuto molto dolore, a causa di una puntura intrapulpare praticata a seguito della classica tronculare.
Devo dire che ancora oggi avverto un certo fastidio alla mandibola,forse in prossimità del nervo alveolare,
che giornalmente si fà sentire,ma che non causa grossi problemi.
Se il dente devitalizzato non pulsa e non duole,non credo ci sian grossi problemi,vero?
Da premettere che il mio dentista non mi ha mai dato antinfiammatori ,nè antibiotici.Tutto natural.
Devo dire che tecnicamente a mio giudizio sembra bravo anche se un pò mano pesante!(mio giudizio da profano.....lo so che nn bisogna darne)
Cmq,grazie ill.mo dottor(risponda cortesemente alla mia domanda:se il dente non pulsa e non duole,non credo ci sian grossi problemi vero?)
Attendo la risposta di una persona,un medico, che risultò esser già preciso nella Sua risposta.
Grazie ancora.Valutazione positiva per il suo parere.

[#6] dopo  
Dr. Pierfrancesco Rossi Iommetti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Il discorso a dire la verità è più complesso, ma non per questo deve allarmarsi.
Bisogna distinguere il successo sintomatologico dal successo a lungo termine della cura.
In linea di principio il dolore che ha avuto in precedenza non lo avrà più perchè il tessuto pulpare è stato asportato per cui può in generale star tranquillo.
Va però precisato che le terapie canalari possono avere un margine di insuccesso. Tale insuccesso spesso è solo radiografico e comunque si manifesta solo a distanza di qualche tempo (mesi o anche anni) e può rimanere asintomatico così come evolvere in episodi acuti (ascessi) o cronici (il cosiddetto granuloma). L'uso di una serie di accorgimenti che il bravo dentista mette in atto per evitare queste situazioni riduce notevolmente ma non annulla del tutto questo rischio.
Con questo però non voglio terrorizzarla tutt'altro, mi sembra che il collega stia facendo bene. Purtroppo in una società in cui passa ormai il messaggio di una medicina infallibile è secondo me giusto che il paziente sappia che alcune terapie hanno una percentuale di insuccesso (minima) indipendenti dalla bontà della cura. Ripeto comunque il mio invito a star tranquillo perchè da quanto mi riporta mi sembra che lei sia in mani competenti e che quindi farà il suo lavoro al meglio.
Cordiali Saluti
[#7] dopo  
Utente 965XXX

Iscritto dal 2009
Gent.ssimo e preg.simo Dott. Rossi Iommetti,
devo dir che ero al corrente del margine di insuccesso della devitalizzazione ,o meglio cura canalare.
La mia preoccupazione è sicuramente nata dal forte dolore per la puntura intrapulpare.
Domanda: il leggero fastidio (ripeto è una cosa impercettibile,che non si avverte sempre) può esser causato,non so,da una infiammazione nell'osso in cui è stato devitalizzato il dente?
Rottura della radice e quindi processo periapicale in corso(consideri che non ho dolore al tatto,nè quando stringo i denti)
Consideri,che proprio sul lato, e nel punto in cui è stato devitalizzato il molare,ho un noduletto quasi impercettibile(c'è chi ha detto una cista,chi una linfoghiandola,che si infiamma proprio quando son presenti delle afte) e comunque di non preoccuparmi.
Cordialmente ed affettuosamente, Donato

Messina(città dello Stretto)
[#8] dopo  
Dr. Pierfrancesco Rossi Iommetti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
La puntura intralpulpare è una manovra molto dolorosa, ma purtroppo a volte necessaria per ottenere un'anestesia completa e poter portare a termine la seduta di devitalizzazione. Non si preoccupi per il dolore provato in quel momento è del tutto normale vista la manovra.
La dolenzia che riferisce è legata con molta probabilità alle procedure di "ricapitolazione" che ha eseguito il collega. In pratica per mantenere libero il lume canalare, si portano alcune lime sottili oltre la fine del dente. Questa manovra, da un lato porta una lieve irritazione del periapice, in più a volte si portano fuori dal dente alcuni detriti che possono contribuire a creare questo stato di lieve infiammazione. In ogni caso non c'è nulla di cui allarmarsi, è tutto assolutamente normale e recede in qualche giorno. La ghiandolina che mi descrive come presente è verosimilmente un linfonodo un po' ingrossato a causa (anche) del dente che lei sta devitalizzando; con il passar del tempo, se non ci sono altre cause di infiammazione ritornerà tutto a posto.
Cordialmente.
[#9] dopo  
Utente 965XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dott. Rossi Iommetti,
per l'impegno profuso nei miei confronti.
Affettuosamente,Donato.

Messina.
[#10] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Tutto ciò che ha descritto è normale routine endodontica. Non si deve assolutamente preoccupare, la dolenzia periapicale dopo chiusura canalare è quasi nella norma e passa spontaneamente dopo due tre giorni. Il perdurare può essere imputato ad una sovrastrumentazione o chiusura oltreapice; anche in questo caso bisogna pazientare ed aspettare un pò di più, potrebbero esserle d'aiuto degli antiinfiammatori, ne può parlare col suo odontoiatra.
Saluti e ci faccia sapere...