Utente 996XXX
Gentilissimi dottori,
ho 20 anni e data la mia incapacità da sempre di raggiungere l'erezione una settimana fa mi sono recato dal mio medico di fiducia esponendogli il problema.
Mi ha detto che visite specialistiche non sarebbero state opportuna perchè alla mia età erano quasi completamente da escludere; così mi ha fatto la ricetta con il CIALIS 20Mg dicendo che "mi avrebbe dimostrato che era solo tutto nella mia testa".
Essendo un ragazzo obiettivamente carino, ma molto emotivo anchio ero certo del fatto che fosse solo un fattore psicologico.
In effetti così è stato: il farmaco somministratomi ha avuto ottimi risultati; informandomi precedentemente su internet e leggendo il foglio illustrativo ho letto gli eventuali effetti collaterali; nel mio caso non parlerei di mal di testa, ma di vera e propria emicrania, che si è prolungata con alti e bassi fino a 2giorni dopo l'assunzione. Ho provato a prendere un Moment con il risultato di alleviare solo i dolori.
Le mie domande a questo punto erano tre:
1. Ho letto su internet che gli effetti collaterali diminuiscono con il tempo, è vero?
2. Eventualmente posso prendere dell'AULIN per diminuire il mal di testa? oppure la presenza contemporanea nell'organismo di questi due farmaci può portare problemi?
3. Una dose da 10Mg potrebbe diminuire gli effetti collaterali?

Grazie mille per l'attenzione


Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi pare un approccio semplicistico. Le consiglio un collega esperto.
[#2] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Sicuramente il suo medico di fiducia prescrivendole il Cialis le avrà anticipato i pro e i contro del farmaco nonchè gli effetti collaterali. Se così non fosse stato dovrebbe farglielo presente ancora prima di consultarsi su internet.
Cercherò comunque di rispondere alle sue domande.

Gli effetti collaterali sono in effetti dose-dipendenti e tendono a regredire con le assunzioni successive.

Ne approfitti comunque del fatto di avere rotto il ghiaccio con il suo medico e con questo blog per rivolgersi ad un andrologo che le possa chiarire ogni dubbio relativo alla sua sessualità. Incominciare bene con le informazioni corrette è una garanzia per una serena vita sessuale negli anni futuri.

Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
a priori la invito a farsi seguire da uno specialista (Andrologo) per la sua situazione, per poter risolvere quanto prima la sua situazione, senza rischi di dipendenza da farmaco.
Ciò detto, lei sta usando il farmaco che permane più a lungo nell'organismo, tra i 3 della classe farmacologica "inibitori fosfodiesterasi 5"; gli altri due (Levitra e Viagra) oltre a permanere meno a lungo hanno anche un profilo di tollerabilità (cioè effetti collaterali) che può essere diverso rispetto a Cialis. Se perciò fosse indicato continuare con questa categoria di farmaci(vedasi "visita Andrologica"), potrebbe valer la pena verificare la tollerabilità anche di uno di questi due farmaci.