Utente 997XXX
salve, tra pochi giorni devo sottopormi al test con flecainide per sospetta sindrome di brugada, questo test è sicuro o puo provocare pericolose aritmie o addirittura un arresto cardiaco? il verificarsi eventualmente di queste aritmie con il test è sempre legato alla sindrome o le puo sviluppare anche una persona sana...grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il test alla fleicanide avviene in ambiente ospedaliero o ambulatoriale sotto l'attenta supervisione di un medico esperto, visto che lo scopo è quello si slantentizzare ossia determinare alterazioni elettrocardiografiche tipiche dei soggetti affetti da sindrome di Brugada. E' riportato, che nel corso dell'esecuzione del test il paziente affetto da tale sindrome può presentare tachiaritmie ventricolari, che in assenza di personale medico possono risultare ovviamente pericolose. Tuttavia consideri che l'insorgenza delle aritmie potrebbero, se malati, insorgere comunque e quindi meglio che ciò avvenga in ambiente ospedaliero e non certo all'esterno.
Le auguro buona fortuna.
Saluti
[#2] dopo  


dal 2009
quindi, se nn ho capito male, il rischio c'è solo per chi è affetto da questa patologia, ma se ( come spero), non ho la sindrome il test può essere comunque pericoloso?..grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In genere, in soggetti non affetti da tale patologia i rischi sono minimi e non pericolosi.
Saluti
[#4] dopo  


dal 2009
ho fatto l'esame e per fortuna è risultato negativo!, avrei un altra domanda, durante il ricovero mi hanno fatto anche una lastra al torace e un ecg dopo 2 ore dal test alla fleicanide, in questo ecg consegnatomi dopo le dimissioni c'è scritto a macchina ritmo sinusale 68 bm probabile ipertrofia ventricolo sinistro, però nella lettera di dimissioni c'è scritto ecg nella norma, cosa puo voler dire?, io ho fatto un ecocardiogramma un anno e mezzo fa per un soffio al cuore ed era normale, può essere che in un anno e mezzo il mio cuore si sia ingrossato?. grazie
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, spesso capita (e glielo dico per esperienza professionale) che gli elettrocardiografi elettronici a risposta integrata, non sapendo distinguere le variabili cliniche di un soggetto, refertano in automatico una ipertrofia ventricolare sinistra quando invece l'aspetto elettrocardiografico di tale patologia è del tutto analogo ad un ECG normale di un soggetto giovane con torace atletico o comunque magro. Ecco perchè ciò che fa fede è il testo a penna o elettronico scritto dal collega che referta l'esame. Stia pure tranquillo.
Saluti