Utente 998XXX
Da un mese presento ponfi pruriginosi su tutto il corpo e gonfiore del labbro superiore. Se prendo l'antistaminico (kestine) i sintomi regrediscono. Ho eseguito gli esami del sangue per la ricerca delle allergie (alimentari e non) e sono risultati negativi.
Ho fatto una dieta bianca e ho rilavato gli indumenti, ma i ponfi, dopo un paio di giorni che non prendo l'antistaminico, si ripresentano.
Potrebbe essere allergia al nichel? O al detersivo? Come posso eseguire i patch test se continuo a prendere l'antistaminico (e se non lo assumo i ponfi si ripresentano)? E' un cane che si morde la coda. Sono davvero sconsolato.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Di Fiore
24% attività
0% attualità
4% socialità
BATTIPAGLIA (SA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
Le prove allergiche ,di per se' non sono infallibili, e il nickel si assorbe anche cucinando nelle pentole d'acciaio.Bisognerebbe indagare con accertamenti a 360 gradi come ad es.:tiroide,parassiti intestinali,parametri epatici,emocromo,IgE,immunoglobuline,rx torace,eco addome,ecc.perch'è l'antistaminico e' un sintomatico e se non si capisce la causa scatenante,il problema potrebbe poi peggiorare, compromettendo anche l'apparato respiratorio.
Solo se le indagini sono negative si procede all'individuazione dell'allergene mediante test inalatori e sugli alimenti.