uomo  
 
Utente 999XXX
Buongiorno.
Sono un uomo di 36 anni e con mia moglie, da circa un anno, stiamo cercando di avere un figlio.
Dopo vari tentativi, pensando che il problema venisse da mia moglie (ha subito un intervento chirurgico per l'asportazione di una ciste endometriale, e questo limita il buon funzionamento dell'ovaio dal quale è stata asportata) abbiamo pensato di sottoporre la nostra situazione al suo ginecologo.
Quest'ultimo mi ha consigliato di fare una spermiografia con spermiocoltura, per avere un quadro piu' completo della situazione.
Siccome da qualche anno lavoro nei pressi di Parigi (vedo mia moglie solo 2-3 week-end al mese) ho fatto gli esami richiesti in un rinomato ospedale della capitale Francese.
I risultati sono stati demoralizzanti. Ve li riassumo:
SPERMIOGRAMMA
Giorni di Ast. 5
Volume 3.0 ml
PH 8.1
Viscosità normale

ESAME MICROSCOPICO
Citologia
Cellule rotonde 0,100 Mln/ml
Polinucleari 0.010 Mln/ml
Spermatozoi/Eiaculato 24 Mln

STUDIO DELLA MOBILITA'
dopo 1/2 ora - 1 ora
tipoA 5%
tipoB 25%
tipoC 10
immobili 60%

dopo 4 ore
tipoA 5%
tipoB 10%
tipoC 5
immobili 80%

Ma la cosa che mi ha piu' sorpreso è stata la percentuale di forme anomale:
89%!!!
La maggior parte di esse per anomalie della testa (stretta 5, microcefali 33, acrosoma malformato 48, anomalie della base 75).
Ho ripetuto l'esame in Italia alla ARTEMISIA (Esame Seminale Computerizzato - PROT. WHO 2001)
Il responso è stato:
La situazione di concentrazione, percentuale frome mobili e loro concentrazione è del tutto normale (al comtrario di quanto appariva nel precedente responso).
86.710.000 Sperm. per eiaculato e 29.900.000 Sperm. per ml con 54% e concentrazione di Sperm. mobili 16.146.000.
Vel. Media 26,0
Linearità Media 6,9
Spost. laterale testa 3,0
Beat/Cross 6,9
In Situ 46%
Lent. Progressivi 11%
Progressivi 17%
Fort. Progressivi 26%

Nonostante cio' l'esame italiano ha sostanzialmente confermato delle anomalie morfologiche:
Normali 21% (in Francia era 11)
Patologiche 79% (in Francia era 89)
Essenzialmente per anomalie della testa (23% del totale acrosoma malformato e 18% contorni irregolari), per anomalie del collo (11% resti citoplasmatici e 6% angolazione) e per anomalie del flagello (flagello corto 6%, assente 1%, arrotolato 1% e doppio 1%).

Le domande che vi pongo (se avrete avuto la pazienza di leggere fin qui) sono le seguenti:
1) Anche se i due esami hanno dato esiti sostanzialmente simili per l'analisi morfologica, essi divergono abbastanza nettamente per quella della mobilità.
A chi credere?
2) E' opportuno ri-ri-petere l'esame?
3) Se fossero confermati, quanto sono importanti ai fini del concepimento e quanto sono affidabili gli esami morfologici? (In letteratura ho trovato diversi articoli di specialisti che mettono in dubbio l'effettiva utilità di siffatti esami.

Grazie in anticipo per la pazienza.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,gli esami sono,nelle grosse linee,simili,in quanto evidenziano delle alterazioni qualitative dei parametri seminali (motilità,morfologia).Piuttosto che "perdersi" fra numeri e percentuali,é assolutamente ineludibile far riferimento ad un esperto andrologo con competenze specifiche nel campo della fisiopatologia della riproduzione.Ho la sensazione che la lontananza dia il "pallino" nelle mani del solo ginecologo (come spesso avviene).E' questo il modo migliore per affidarsi al caso e,quindi,rischiare di perdere tempo prezioso.Solo la sinergia andrologo-ginecologo può ottimizzare ,nei modi e nei tempi,il percorso da seguire.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

la premessa è che lo spermiogramma è solo uno dei tasselli per comporre il quadro completo della fertilità maschile, che dovrebbe essere composto dallo specialista dell'uomo, l'Andrologo.
Venendo al suo spermiogramma, tenga conto, come ha già verificato, che esistono ampie oscillazioni dei risultati tra spermiogramma e spermiogramma nello stesso individuo.
In relazione alla motilità è da considerare come un fatto normale che nella specie umana, a differenza di quella animale, la maggior parte degli spermatozoi sia costituito da forme anomale. Nel suo secondo spermiogramma la percentuale di forme normali è entro i limiti di norma.
Il suggerimento è di sottoporsi ad una valutazione andrologica.