Utente 990XXX
Salve cari dottori, sono un ragazzo di quasi 18 anni e sono un tipo abastanza ansioso.
Sono affetto da una fimosi al limite tra serrata e non serrata e forse anche associata al frenulo corto ma da come mi hanno detto medici posso fare sesso con il preservativo.
Beh due settimane fa quando la mia ragazza si è fatta avanti non avevo notato niente di strano nel mio pene.. anzi stava meglio che mai una perfetta erezione.
Ma appena ho cominciato a mettere il preservativo mi sono fatto prendere dall'ansia e tremavo anche e il pene piano piano è tornato alla posizione di riposo.. Sono vergine e non sapevo mettere il preservativo infatti lo stavo mettendo al contrario e si ruppe e l'ansia salì.
La presi davvero male e con me c'era un altra coppia che l'ha saputo e mi ha deriso per queste due settimane.. e sono diventato sempre più insicuro, mi ha deriso un paio di volte anche la mia ragazza e non potete immaginare come sono stato male..
Ieri sapevo che dovevamo farlo e ho provato a casa a indossare i preservativi easy-on e l'erezione nn ha dato problemi. Ma ieri ero già ansioso quando la stavo per andare a prendere e l'ansia aumentava sempre di più finche non si è verificato lo stesso problema della volta scorsa.. Pene non erettissimo ma giusto x la penetrazione ma mentre mi sono messo il profilattico si è ripetuta la stessa cosa, poi quando mi sono sentito tranquillo si è rialzato..
Non riuscivo a pensare alla bellezza del momento ma alla paura di fallire.
Ora passo alle domande...
1)Non serve l'aiuto dello psicologo me la voglio cavare da solo
2)Per cavarmela vorrei dei medicinali, non viagra perchè è troppo forte il mio problema e a iniziare il rapporto e se magari c'è un olio che aiuta l'erezione abbastanza forte, e che non abbia bisogno della ricetta per ritirarlo. Mi serve un medicinale solo per la prima volta così x prepararmi psicologicamente al rapporto e poi le altre volte non dovrei avere problemi.
3)Se ci sono altri consigli per superare l'ansia vi prego ditemeli io vorrei solo sbloccarmi la prima volta così le altre andranno bene.
4)l'ansia puo essere dovuta anche al luogo e l'atmosfera in cui ero?? Eravamo in una stanzetta buia e abbastanza piccola
Grazie gentili dottori per la vostra attenzione attento una risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
in effetti l'ansia del momento è sufficiente a spiegare le sue difficoltà. In ciò non è stato aiutato dal fatto di essere stato deriso dalla sua ragazza e dall'altra coppia.
Cosa fare per l'ansia da prestazione? Innanzitutto le consiglio un colloquio e una valutazione completa da un Andrologo, che potrà anche valutare la sua situazione a livello di pene (fimosi?Frenulo breve?).
Nel frattempo suggerirei:
-faccia delle prove da solo nell'indossare il preservativo correttamente,
così da eliminare questa variabile;
-luogo ed atmosfera sono in effetti importanti; scelga un posto tranquillo e comodo per i prossimi incontri, che le garantisca di non essere disturbato;
-si dia un po di tempo, se possibile condividendo ciò con la sua ragazza. Nel senso: accettate la possibilità che qualcuno dei prossimi incontri possa ancora non andare benissimo; eviti l'idea che il prossimo incontro debba essere il momento della verità;
-lasci stare l'idea di prodotti che aiutino l'erezione; non è di questo che ha bisogno.

Ci faccia sapere
[#2] dopo  
Utente 990XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore,
Comunque già ieri la mia ragazza è stata più comprensiva e come per magia il pene si rialzava. Ma con quelle battute che hanno fatto su di me in questi giorni forse non mi sentivo moralmente pronto.
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La capisco perfettamente!
[#4] dopo  
Utente 990XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore, le farò sapere.
Ma il preservativo aiuta anche la perdita dell'erezione?? io lo devo utilizzare per forza prima dell'intervento per la fimosi.
e non esistono prodotti lubrificanti ke aiutano l'erezione?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il profilattico aiuta a perdere l' erezione in quanto la manovra per metterlo è distrattiva, l' unica soluzione è l' allenamento
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro giovane lettore ,

molti maschi hanno il suo problema quando si mettono il preservativo.

Non esistono creme lubrificanti contro la caduta dell'erezione in questo frangente.

Comunque, a questo punto, segua l'indicazione data dal collega Pescatori e consulti , senza perdere altro tempo prezioso, un esperto andrologo.

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Utente 990XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori, questo problema secondo me è dovuto anche al luogo dato che la seconda volta l'abbiamo provato nello stesso posto e questo in me suscita un ansia davvero alta perchè mi ricorda il fallimento.
Poi la seconda votla sapevo che dovevo riprovarci con lei e sono partito già con un ansia addosso e non facevo che pensare alla paura del fallimento e lei mi ha detto che tremavo..
Secondo me deve essere una cosa spontanea e non già fissata.
Voi che ne dite?
Scusate la mia testardagine e lieve presuntuosità.
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

pensiamo che non si deve focalizzare su questi aspetti "marginali" del suo rapporto e le consiglio di sdrammatizzare quello che è successo con la sua ragazza.

Alla sua età bisogna un pò "giocare" , senza inutili ansie o paure.

Se posso infine darle un altro consiglio le direi di leggere il bel libro di Mary Roach dal titolo significativo "Godere", Einaudi editore, Torino.

E' un testo facile ma ironico ed aggiornato su tutto questo tipo di tematiche.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#9] dopo  
Utente 990XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio Dr.Beretta vi terrò aggiornati.
Se avete altri consigli basta che me li scrivete
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

il consiglio più importante che possiamo darle è quello di non entrare in ansia inutilmente.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#11] dopo  
Utente 990XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore
Avete qualche consiglio per non farmi entrare in ansia?
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

difficile darle indicazioni precise per via telematica.

A questo punto sarebbe utile, vista la sua giovane età, che lei conosca finalmente in diretta, se non ancora conosciuto, il suo andrologo di fiducia.

Nel frattempo legga il libro che le ho consigliato.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com


[#13] dopo  
Utente 990XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio dottor beretta vi terrò informati.
[#14] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore
solo un consulto può tranquillizzarla.