Utente 100XXX
Buon giorno, il mio problema l'ho risconrato durante l'ultimo rapporto (normalissimo) avuto con la mia compagna.
Al momento in cui ho cercato di entrare dentro di lei, ho sentito un forte bruciore al pene cui, li per lì, non ho dato molta importanza.
Tuttavia, nel perdurare del rapporto, il dolore (forse più esattamente forte bruciore), è aumentato di intensità fino a non sopportarlo più e costringermi a cessare ogni attività. Ad un esame visivo della situazione, abbiamo notato, io e la mia partner, che vi era una perdita di sangue dal (scusate i termini che sicuramente non saranno propriamente medici) "filetto" che lega la pelle al glande. I quesiti che pongo sono: cosa può essere successo, come posso curarlo, e se è il caso di effettuare una visita specialistica, a chi rivolgermi.
Ringrazio per la cortese attenzione e porgo cordiali saluti.
Claudio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

si tratta verisimilmente di una lacerazione (parziale?) del frenulo. In questi casi come prima misura è opportuno comprimere la zona per arrestare il sanguinamento, e successivamente medicazioni quotidiane (Betadine pomata ad esempio) per una settimana, ed astinenza sessuale per almeno due settimane.
Per una trattazione più dettagliata dell'argomento può leggere al seguente link, su questo sito: http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=63934