Utente 100XXX
Egregi dottori, mi chiamo Fabio Ferruzzi è sono seriamente preoccupato per la caviglia di mio padre che, da quando ha subito un intervento di safectomia avvenuto circa 20 anni fa, sta diventando comlpetamente nera.
Ha eseguito piccoli interventi di ripulizia dei capillari (di medicina ci capisco poco) ma spesso si sono verificate anche emorragie dovute a rottura di piccolissime arterie.
La pelle è diventata sottilissima, e si è gia ulcerata una volta.
Soffre di continue cefalee e fa uso abbonddante di imigran (unico medicinale che riesce qualche violta a farlo star meglio - ha subito una perforazione dello stomaco causa abuso di calmanti)
Mia madre, controllandogli in continuazione la caviglia non riesce a fargli fare ulteriori visite specialistiche.
Ringraziandovi per un eventuale consiglio cordialmente vi saluto

Fabio Ferruzzi
[#1] dopo  
Dr. Pietrino Forfori
36% attività
20% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Sempre con i limiti di un consulto a distanza, da quanto espone si potrebbe supporre che suo babbo soffra ancora di insufficienza venosa all'arto segnalato , di non modesta entità se è vero che presenta segni di lesioni ulcerative.
Credo sia fondamentale approfondire la diagnosi con una visita specialistica corredata di esame ecocolordoppler.
Una volta inquadrato dal punto di vista diagnostico, si potrà avere qualche indicazione circa la terapia.
Per maggior informazioni sull'argomento potresti leggere , nel nostro Minforma, l'esauriente articolo del dr Lucio Piscitelli :Conoscere le malattie delle vene
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42476
Con la speranza di esserti stato di utilità.
a presto