test  hpv  
 
Utente 972XXX
Salve vi racconto brevemente ciò che mi riguarda.A dicembre 08 ho eseguito alcuni esami di controllo come di routine che annualmente faccio,ma anche e sopratutto perchè avevo dei bruciori e pizzicori di tanto in tanto. Dunque tampone cervico e vaginale, e pap test.Tutti gli esiti son stati negativi...sia per i tamponi che per il papt.ovvero negativo per lesioni,ma indicava la presenza di una forte flogosi con alterazione della flora batterica...in un secondo momento ho effettuato anche un test hpv e invece questo purtroppo con mia grande angoscia è risultato positivo..Dunque ho eseguito una colposcopia la quale ha appurato non esserci lesioni da hpv,ne condilomi,ne verruche.. davanti al collo cervicale mi è stato però trovato un polipo,in passato pseudo diagnosticato,ma ora pare diventato abbastanza evidente e che son già in lista per togliere.. Il mio quesito è allora questo: come mai ho comunque più o meno fissi ormai dei bruciori e pizzichi fastidiosi, che in più aumentano se ho dei rapporti col mio partner? Sono dovuti alla mia positività al papilloma virus(16-39)anche senza manifestazioni,e pertanto dovrei conviverci per sempre?(spero tanto di no) o per la presenza di questo polipo? Spero di poter avere qualche buon consiglio,io vivo a roma, ma anche solo qualche incoraggiamento..Grazie per l'attenzione,cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Cara Signora,
vorrei, se possibile, anzitutto delle delucidazioni per poterle rispondere in maniera migliore: che cosa è in pratica questo test per HPV? Forse è stata riscontrato HPV al Pap test e/o ha fatto un prelivo di mucosa sulla quale è stata fatta la PCR visto che sa anche a quale tipo di HPV è positiva.
Sperando in un riscontro,
ler auguro una buona giornata

Dr. Mocci
[#2] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
Gentilss. Dr Mocci la ringrazio intanto per aver preso visione e risposto al mio consulto. Dunque le spiego meglio, o provo..dicendole che in data del 04 dic 08 ho eseguito un normale pap test metodo bethesda 2001 che faccio annualmente alla mia asl,ma questo non è risultato positivo all'hpv..Diceva test negativo per lesione intraepiteliale e per malignità.Presenti alterazioni cellulari benigne,associate ad intensa flogosi ed alterazione della flora batt vaginale.Anche i tamponi cervicali e vag,risultati negativi a batteri e parassiti..tranne la conlamazione di un evidente polipo davanti al canale cervicale.A titolo scrupolo mi è stato consigliato di eseguire un test specifico per la ricerca dell'hpv dna,poichè nonostante tutte le negatività cmq avevo, e ho bruciori e fastidi sembra quasi "cronicizzati",che ripeto aumentano e si acutizzano dopo rapporti col mio ragazzo.Ciò che chiedevo era dunque un parere circa il mio quadro attuale...cioè come avevo appunto già formulato è colpa del quindi,purtroppo,ivi presente hpv in forma(latente?),o potrebbe essere la presenza del polipo..per cui presto verro sottoposta a isteroscopia? Spero di essere stata più chiara possibile la ringrazio ancora infinitamente se potrà farmi avere il suo parere e consiglio.Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile Signora,
credo di avere ora un'idea un poco più precisa del quadro. In effetti la situazione è semplice ma richiede un pò di spiegazioni che sono necessarie, perchè lungi da me l'idea di fare il maestrino, ruolo che non mi piace e che non sono adatto a ricoprire.
Anzitutto l'HPV è non un virus ma una famiglia di virus (attualmente, non vorrei sbagliare, ne sono sati identificati circa 120 - 130 diversi) . Come in ogni famiglia, tutti questi fratelli hanno un nome, solo che anzichè cxhiamarsi con un nome di battesimo, sono contrassegnati da un numero progressivo. In patologia umana quelli chiamati in causa non sono tutti, ma forse circa una cinquantina, dei quali i più frequenti sono più o meno un 20 -30.
Questa famiglia di virus come tutti i virus per potere sopravvivere nel tempo e perpetuarsi ha necessità di energia, energia che trae infettando le cellule epiteliali, utilizzando tutte le loro fabbriche di energia fino a riprodursi in maniera tanto esagerata da uccidere la cellula, che a quel punto viene abbandonata da tutti questi nuovi virus che vanno ad infettare le cellule vicine. Tutto ciò comporta alcune cose: in primis, che riuscendo i virus a vivere solo dentro le cellule per distruggerli è necessario distruggere le cellule che li contengono, in secondo luogo, che in teoria da un singolo virus che invade una singola cellula, si possono avere migliaia e migliaia di virus, per cui le infezioni virali sono tendenzialmente esponenziali.
Questo, a grandi linee, vale per tutti i virus.
Tornando al nostro caso, i virus HPV provocano fondamentalmente le verruche che, sulla cute, prendono l'aspetto che conosciamo molto bene, ma sulle mucose, dove non c'è lo strato cheratinico (strato corneo) producono quelli che si chiama no condilomi acuminati, termine vecchio perchè indica solo le famose "creste dogallo" che sono in realtà solo quelli che oramai definiamo come "Coindilomi floridi" una sorta di minuscoli "broccoletti" che si situano sulle mucose genitali. In realtà, sulle mucose genitali ci sono altre 2 forme: la forma micropapulare, come delle piccole salienze tipo capocchia di spillo e la forma maculare, come delle macchie scure. Quindi, personalmente, preferisco parlare di "HPV genitale".
Il problema è che questa famiglia di virus ha alcuni elementi che si è visto in maniera indubbia che possono provocare il carcinoma del collo dell'utero, che è quella parte dell'utero che sporge in vagina. Tale tumore può colpire anche i maschi Carcinoma del pene, ma è più raro, per motivi, io credo, anatomici. Questo spiega l'importanza del problema e dell'infezione. In rapporto a ciò è partita tutta la campagna vaccinale contro i sierotipi più frequentemente chiamati in causa per il carcinoma della cervice uterina.
In rapporto al suo caso, credo le sia stato fatto un prelivo di mucosa vaginale e, sulle cellule prelevate è stata fatta una indagine particolare per valutare la presenza di DNA virale, che è risultata positiva per i genotipi (i fratelli) della famiglia HPV che lei ha citato. IL suo risultato significa che c'è la presenza di HPV nelle cellule ma non c'è nessun tipo di lesione istologica.
Ciò significa che lei ha il virus ma non la malattia.
Un'ultima cosa: le malattie da HPV non danno praticamente mai sintomi, quindi tutti i suoi problemi nei rapporti possono essere dovuti a cause varie che sarebbe il caso di approfondire col suo specialista ginecologo di riferimento, visto che è un disturbo interno.
Sperando di non averla tediata troppo, le auguro la migliore giornata possibilie

DR. Mocci
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

aggiungo il personale consiglio per la lettura per personale articolo divulgativo sul tema dell'HPV e dei condilomi alla pagina:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40632

cari saluti

[#5] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo DR Mocci la ringrazio infinitamente per la sua dettagliatissima spiegazione e tempestiva risposta. Non mi ha per nulla tediata anzi con la sua spiegazione racconto mi ha reso molto più chiara la situazione e per questo le sono grata. Ringrazio per l'intervento anche il DR Laino. ho letto come da lei consigliato tutto l'articolo che ho trovato molto utile. Se fosse posibile vorrei chiedere un ulteriore consiglio..Cosa mi consigliate di fare per il mio ragazzo.. stiamo insieme da un anno e mezzo e per lo più abbiamo avuto quasi esclusivamente rapporti non protetti tranne i primi mesi. Io non sono un esperta ma credo che pure lui dovrebbe controllarsi.. Da chi dovrebbe farsi vedere? e a che tipo di visita o esami dovrebbe sottoporsi? Grazie sempre per l'attenzione,spero in un vostro consiglio. Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
sarebbe auspicabile che anche il suo partner effettuasse una visita, in questo caso dermatologica, volta a escludere, si spera, la presenza di lesioni da HPV a livello gewnitale.
Come mi comportao io di solito è molto semplice: faccio un esame che si chiama penescopia o balanoscopia con acido acetico al 5% che mi permette di individuare eventuali lesioni HPV, dopodichè, se è positivo lo tratto, se è negativo gli propongo un controllo dopo tre mesi, e così via.
Mi raccomando di avere sempre rapporti protetti per tutta la durata del rapporto stesso!
Cari saluti

DR. Mocci
[#7] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
Carissimo e gentilissimo DR MOcci la ringrazio infinitamente per la premura con cui mi risponde e le dico che mi spiace tanto che lei non visiti su roma...se può comunque consigliarci qualche suo collega di fiducia sapremo meglio a chi rivolgerci. Comunque riguardo quanto mi ha scritto questa volta si che mi ha tediata..purtroppo non amo particolarmente il preservativo..e comunque resto dubbia sulla situazione.. Lei mi ha precedentemente spiegato che in realtà io ho il virus ma non la malattia , giusto? Dunque ciò cosa stà a significare esattamente? resterò così a vita? ma ,potrò mai guarire e sperare, in un futuro, di avere una vita sessuale tranquilla col mio fidanzato? la ringrazio.
[#8] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Cara paziente,
il fenomeno dell'avere il virus pur non manifestando la malattia lo ha spiegato ottimamente e con chiarezza il DR. Laino nell'articolo che ha citato poc'anzi. Il virus vive nelle cellule, può stare lì bel tranquillo, probabilmente perchè c'è una sorta di sorveglianza immunitaria ed anzi, ci sono casi in cui l'ho visto guarire, con sviluppo negatività assoluta, segno che anche l'organismo in qualche modo reagisce (è il principio del vaccino che è in questi ultimi tempi così attuale) . Ma se il fatto di avere il virus non significa avere malattia, significa invece che bisogna rimanere allerta.
Faccia controllare il suo partner e faccia lei stessa i controlli periodici che gli specialisti di fiducia le prescriveranno.

Cari saluti

DR. Mocci
[#9] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
DR Mocci lei come sempre è stato preciso ed esauriente nella sua spiegazione...ogni precisazione in più rende sempre più chiara la situazione,e,comunque, indubbiamente sarà mia premura star in allerta,non era stato da me escluso assolutamente.Mi controllerò periodicamente come in realtà ho sempre fatto. Ora dopo questi ultimi risultati mi è stato meglio consigliato semestralmente, con tutti i vari accertamenti che si possono fare e farò controllare anche il mio ragazzo.. E con tutto il cuore mi auguro che in un quanto più imminente futuro possibile, la medicina riesca a trovare un rimedio risolutivo oltre l'attuale vaccino ( chè valido purtroppo solo per le ragazze o donne che non hanno per niente contrattto il virus..che sarà efficace e specifico anzi e sopratutto per coloro che purtroppo anche a loro insaputa ne sono purtroppo venute a contatto). CORDIALI E SINCERI SALUTI