Utente 826XXX
Tempo fa ho fatto un paio di visite andrologiche per problemi di disfunzione erettile in cui per ovviare a questo problema mi fu prescritto il levitra che assumo tutt'ora,durante queste visite i medici mi fecero tossire mentre tenevano le dita alla base del pene e in tutte le 2 visite non si mostrarono tanto ottimisti al riguardo come se qualcosa non andasse,io non gli chiesi il perche',quindi ve lo chiedo a voi;che esame era?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,probabilmente i colleghi ricercavano la presenza di un'eventuale ernia inguinale.Le raccomando di ridurre il sovrappeso che é nemico dell'erezione e della prostata (oltre ovviamente a quanto già conosce...).
Cordialità.
[#2] dopo  


dal 2010
Potrebbero esserci delle vasculopatie?usando arginina 400mg al di' evito di prendere il levitra e ho erezioni notturne spontanee e aumento della libido piu' la scomparsa dell'astenia il che mi fa pensare a problemi vascolari
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente, per poter dare una diagnosi di problemi di natura vascolare la sua situazione andrebbe indagata con un penieno doppler dinamico
[#4] dopo  


dal 2010
Un altro dilemma che mi affligge e' l'uso dei farmaci anti pde5,li vedo come un qualcosa che va a coinvolgere l'intero organismo e non solo la parte interessata infatti mi danno tachicardia occhi rossi,senso di stordimento mal di testa che mi fanno pensare a problemi futuri,le iniezioni di caverject sembrano oggi abbandonate dopo l'uscita dei nuovi farmaci ma secondo lei puo' il caverject a lungo andare dare meno danni degli altri farmaci(per fare un esempio il cialis agisce anche sulla pde6 che agisce sulla muscolatura liscia del cuore)oppure no.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...le fosfodiesterasi sono ubiquitarie nel nostro organismo,per cui svariati possono essere gli effetti collaterali legati agli inibitori ma,in genere,di scarsa e soggettiva portata clinica.Dove ha letto che fanno danni ?Segua i consigli
di chi la segue dal vivo e non diventi ulteriormente preda di fantasie...
Cordialita'.
[#6] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
-se lei ha una ottima risposta all'arginina in senso di miglioramento erezioni notturne e libido è probabile che i suoi problemi non siano su base fisica,
-esistono un'enormità di dati clinici che dimostrano la sicurezza delle PDE5I su tutti i distretti corporei, cuore compreso;
-è documentato che l'uso cronico di autoiniezioni con sostanze vasoattive si associa a rischio di fibrosi peniena e curvatura conseguente.
[#7] dopo  


dal 2010
Non capisco perche' l'arginina,che e' un vasodilatatore, nel mio caso non dimostri un problema fisico,agisce su cos'altro?sui farmaci della famiglia del levitra,cialis viagra non ho niente di "personale"anzi mi hanno tolto da una situazione a dir poco imbarazzante quella della totale impotenza quindi dico un grazie alla scienza che ha scoperto queste medicine,per il resto riferivo di sintomi che ho durante l'assunzione che pero' visto che non devono preoccupare staro' tranquillo,grazie
[#8] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...eppure al mattino le idee dovrebbero essere più chiare...Cordialità
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

a proposito di idee più chiare se ,oltre alle corrette indicazioni ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare , se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#10] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

molti sono i fattori che possono "disturbare" o impedire una corretta erezione. Oggi abbiamo a disposizione molti farmaci capaci di migliorare la circolazione arteriosa e di garantire erezioni accettabili.Segua le indicazioni del suo specialista di riferimento che le ha prescritto i farmaci, senza voler cercare , personalmente, risposte a domande , molte volte abbastanza complesse ma che le possono creare uno stato di confusione ed incertezza.
cari saluti