Utente 100XXX
Salve! Ho 48 anni, circa tre mesi fa ad un controllo della pressione arteriosa richiesto per un mal di testa persistente il mio medico ha riscontrato 100/180, premesso che già prendevo Femipres 15 1/2 compressa/die da circa 20 anni dopo avere riscontrato anche allora pressione molto alta, allora fatto ecocardiogramma che ha riscontrato pareti del cuore leggermente ispessite,ma l'elettrocardiogramma era perfetto.Da alcuni anni prendo 1/2 cpr. di lexotan 3mg. per l'ansia.Il medico mi ha raddoppiato il Femipres 15 ad una compressa e mi ha aggiunto atenololo da 100 mg. come beta bloccante 1 cpr/giorno e un antidepressivo cypralex 10 gocce al giorno in quanto sto passando un periodo di lieve depressione che ogni tanto si ripresenta. Da quando ho iniziato sia l'atenololo che il cipralex mi sono comparse delle extrasistole abbastanza persistenti,che non ricordavo da molti anni, specialmente al momento in cui mi corico che durano anche alcuni minuti e si ripresentano ogni 10 minuti circa, e naturalmente anche alcune volte durante il giorno. Vorrei sapere se queste extrasistole possono essere causate dai medicinali (specie l'atenololo che subito mi dava un battito di 40' e ora si è assestato sui 60') oppure se possono avere altre cause e necessito di un ulteriore visita cardiologica. Grazie in anticipo e distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,non è escluso che il b-bloccante non sia il farmaco per lei per gli effetti collaterali che a volte può avere.A mio parere avrei dato un altro tipo di farmaco come ad esempio un sartanico di nuova generazione,farmaci molto be tollerati con una efficace azione e effetti collaterali molto meno frequenti (esempio olpress da 20 mg o da 40)ooppure un ace-inibitore che ha inoltre l'effetto di un rimodellamento cardiaco e riduzione dell'ispessimento(ipertrofia causata dall'ipertensione) del cuore; a mio avviso sarebbe necessario inoltre che si sottoponesse ad un holter ecg nelle 24 h per chiarire esattamente la genesi e la frequenza di queste extrasistoli e sentire un parere dallo specialista cardiologo una volta eseguito l'esame e per la revisione della terapia.
Cordialmente
dr.Annoni
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la sollecita ed esaudiente risposta, l'unica cosa che non mi è chiara è che, come anticipato, io prenso già il Femipres 15, che se non sbaglio è un ace inibitore.Cmq in ogni caso chiederò al mio medico di poter eseguire un holter ecg ed il parere di un cardiologo. Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Si le confermo che è un ace-inibitore,ma non tutti i famaci della stessa classe hanno lo stesso effetto sul rimodellamento cardiaco la stessa farmacocinetica e la stessa potenza(cosi come i b-bloccanti dove alcuni agiscono maggiormente su pressione altri su ritmo e frequenza cardiaca,o calcio antagonisti per cui vale lo stesso discorso),anche se si tratta onestamente di un campo in cui ogni cardiologo ha le sue preferenze personali.Rimane essenziale l'esecuzione dell'holter per il problema delle extrasistoli.
Cordialmente
dr.Annoni
[#4] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la sollecita risposta e grazie ancora per il Suo servizio. Distinti saluti