Utente 143XXX
Salve,
Soffro di una forma di fimosi non serrata, e la pelle del mio prepuzio ha il tipico effetto "naso di formichiere" per capirci.
E' vero che per alcune forme di fimosi non è necessaria la circoncisione ma basta tagliare un pò di pelle senza lasciare del tutto scoperto il glande?
Se voglio comunque operarmi in una struttura pubblica qual'è il procedimento da seguire?
Devo per forza farmi fare una ricetta dal mio medico di famiglia oppure posso farmi visitare direttamente in ospedale?
Vi ringrazio e scusate l'ignoranza.
Buona giornata,
Giacomo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore 14345,

la procedura è estremamente semplice, andare dal medico di famiglia, farsi fare una richiesta per visita chirurgica o urologica, andare nell'ambulatorio dell'ospedale ove la aiuteranno ad affrontare la soluzione chirugica più adeguata
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Pietro Pappa
20% attività
0% attualità
0% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
Caro Utente
la procedura è quella suggerita dal collega Pozza. Sulla necessità dell'intervento si faccia consigliare dallo specialista che la visiterà.
saluti
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
bella e fantasiosa la definizione da Lei data della fimosi :o)
In effetti il Medico di base è sempre il primo attore dell'iter diagnostico-terapeutico. Sarà infatti con la famosa "impegnativa" che Lei, dopo aver assolto il Ticket imposto dalle vigenti leggi sanitarie, potrà accedere agli ambulatori, Chirurgici, Urologici o di Chirurgia Andrologica, per la prima visita.
Confermata la diagnosi, Le prospetteranno l'intervento di circoncisione.
Le modalità e la durata dell'eventuale ricovero è variabile da Struttura a Struttura, in funzione del tipo di anestesia e delle preferenze del Chirurgo che dovrà operare. Alcuni colleghi eseguono l'intervento in ambulatorio ed in anestesia locale.
Io personalmente preferisco farlo con un ricovero in day-hospital di qualche ora. Non mi piace l'anestesia locale, ma questo è un mio parere personale, e moltissimi pazienti hanno condiviso questo mio atteggiamento. Alcuni, ed è loro diritto, non vogliono nè vedere nè sentire nulla.
L'intervento è solo apparentemente banale ma invece molto delicato, e se Lei si legge qualche mail spedita qui al nostro Forum vedrà che di tutto si tratta tranne che di un intevento da sottovalutare.
Per quanto riguarda la ricopertura del glande, si...è possibile ricorrere ad accorgimenti tecnici per far si che questo sia possibile. Ne parli con il Suo Chirurgo.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2006
Intanto vi ringrazio, siete stati veramente tempestivi e cortesi.
Io se era possibile volevo evitare il passaggio dal medico di base, sinceramente mi sentirei un pò in imbarazzo a parlarne con lui visto che lo conosco da tanto, oltretutto vivo in un piccolissimo paese e tutti sanno tutto di tutti, quindi vrrei proprio evitare ogni contatto quà.
Non posso farmi visitare da qualche andrologo anche privato che poi eventualmente mi possa inviare in qualche struttura pubblica?
Non sottovaluto l'intervento, anzi devo dire che il periodo post-operatorio mi preoccupa un pò, ad esempio riuscirò a guidare e a camminare normalmente?
In ogni caso è da troppo che rimando, è ora di tagliare il naso al formichiere :o)
Saluti,
Giacomo
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Signor Giacomo,
Lei è una persona molto simpatica.
Certo che può aggirare il passaggio dal Medico di base, e proprio nel modo che Lei ha intuito. Si sottoponga a visita specilaistica privatamente, scegliendosi un Colelga di fiducia. E con lui, poi, deciderà dove, come e quando effettuare l'intervento.
Camminare e guidare ? Ma dal giorno dopo ovviamente.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO