Utente 940XXX
Buongiorno, sono una donna di 45 anni, assumo da 6 mesi l'atenololo (1/2 pastiglia al giorno) per una frequenza cardiaca elevata. Negli ultimi 2 mesi però, ma non sempre, ho riscontrato un aumento della glicemia con valori intorno ai 120 mg/dl (la misuro grazie alla macchinetta di mia madre che è diabetica). Nonostante dieta ed attività fisica continuo ad avere spesso questi valori anche a digiuno, i quali tornano normali se provo a sospendere l'atenololo per qualche giorno. L'ho riferito al mio medico curante, il quale mia ha risposto che posso magiare e bere tranquillamente, perchè finchè la glicemia non supera i 140 non mi devo preoccupare. Cosa devo fare? Non vorrei ritrovarmi fra qualche anno con il diabete.
Grazie molte dei consigli.
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, è molto probabile che il suo medico vista la bassa dose di atenololo utilizzato non sia del tutto convinto che sia il solo b-bloccante a determinarle l'innalzamento della glicemia. E' anche vero però, che tale farmaco può complicare i stati diabetici. Allo stato visto che fortunatamente vi sono varie opzioni di farmaci antiaritmici si potrebbe tentare di cambiare terapia. Ne parli con il suo cardiologo sia delle sue perplessità che di tale ipotesi.
Saluti