Utente 100XXX
buongiorno, volevo chiedere una delucidazione in merito all'esame ecocardiografo effettuato da mia madre di anni 73 peso kg 80 sofferente di aritmie e pressione alta.La terapia in corso è la seguente: ALMARUM, TENORMIN, TAREG, KANRENDOL E COUMADIN.
L'esito dell'esame è il seguente:
Aorta ECTASICA atrio dx MAL VALUTABILE
Atrio sx DILATATO 2+ polmonare MAL VALUTABILE ventricolo dx MAL VALUTABILE
Mitrale ISPESSITA
Tricuspide ISPESSITA
Pericardio SEP. SISTOLICA Masse NO

Conclusioni:
Aortosclerosi con marcata dilatazione del tratto ascendente (50 mm) e dell'arco aortico (32 mm) cuspidi ispessite, mobili con insufficienza valvolare lieve moderata.
Atriomegalia bilaterale. Fibrosclerosi mitralica con lieve reflusso valvolare. Ventricolo sx non dilatato. Ipertrofico, con funzione sistolica ai limiti inferiori ed alterato rilasciamento diastolico. Mal valutabili le strutture e cavità dx per scadente inadeguata ecogenicità.
Nell'attesa di una vs risposta porgo Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la situazione clinica evidenziata dell'esame ecocardiografico riportato (dilatazione aortica associata ad una insufficienza valvolare di grado moderato) è ai limiti dell'indicazione cardiochirurgica, pertanto le consiglio di sottoporre sua madre a tale consulenza in un centro di un suo riferimento.
Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio della risposta tempestiva infatti ha ritirato l'esito proprio oggi ed in attesa di un consulto medico.
Ma una eventuale operazione in cosa consisterebbe e potrebbero eventualmente insorgere complicanze vista l'età? Grazie di cuore...
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'intervento è differibile se le dimensioni aortiche rimangono tali e non si accompagnino ad una progressiva disfunzione cardiaca o ad un progressivo deterioramento valvolare. L'eventuale operazione consisterebbe nella duplice sostituzione, valvolare e del tratto ascendente aortico; operazione che ovviamente ha i suoi rischi/benefici, cosa che vi saranno ben illustrati dal collega cardiochirurgo.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno, volevo aggiornare la situazione di mia madre. In data odierna ha ritirato l'esito dell'angio-tac aorta toracica:

Aorta con modeste e diffuse alterazioni ateromasiche parietalie piccola calcificazione dell'arco.
Si conferma dilatazione dell'aorta ascendente con diametro massimo A-P è L-L di mm: 53,3 misurato ad un piano corrispondente al ramo di dx dell'arteria polmonare.Lieve ectasia dell'arco con calibro massimo di 32 mm misurato a livello di origine del tronco anonimo e di 28 mm al passaggio aorta traversa-aorta discendente.
Nella norma il calibro (20 mm) dell'aorta discendente.
Pervi all'origine i vasi epiaortici; allungato, ectasico e tortuoso il tronco arterioso anonimo (calibro massimo di 1,3 cm). Non versamento pericardico.Bilateralmente non alterazioni focali della densità parenchimale.Non versamento pleurico.Pervie le vie aeree principali.Non linfoadenomegalie mediastiniche ed ilari.

In attesa di un consulto col proprio dottore volevo chiedere gentilmente se ci sono peggioramenti riguardo alle dimensioni aortiche o se ci stanno ulteriori diversità rispetto all'esame ecocardiografico qui sopra riportato. Ringraziandovi anticipatamente resto in attesa di Vs. notizie...Distinti saluti.
[#5] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
buongiorno...mi scusi se vs disturbo ancora ma non avendo ricevuto nessuna risposta in merito e vista sempre la vs tempestività nel rispondere non vorrei che fosse passata inosservata la mia richiesta. Aspetto gentilemnte Vs. notizie in merito ...Grazie ancora.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, in base al referto ecocardiografico riportato, sussiste l'indicazione cardiochirurgica, ovviamente da valutare con l'opportuno specialista e considerando le condizioni generali della paziente.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Grazie della risposta.In questo mese verrà sottoposta ad ulteriori esami per definire il tutto eventualmente vista la sua disponibilità la contatterò nuovamente. Grz distinti saluti.