Utente 100XXX
Salve, sono una ragazza di 19 anni e ho un problema di terza classe.
Il mio dentista mi ha consigliato un intervento di chirurgia maxillo-facciale.
Io sono anche propensa a prendere questa strada ma volevo delle informazioni a riguardo.
Ci possono essere complicazioni dopo l'intervento?
Inoltre, anche se può sembrare banale, vorrei sapere all'incirca il costo che potrei eventualmente sostenere.
Ringrazio anticipatamente tutti e spero in numerose risposte!
M.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
è impossibile rispondere alla Sua domanda sulle "complicazioni dopo l'intervento" in assenza di una diagnosi precisa e di documentazione adeguata.
Non esiste, infatti, un solo tipo di intervento per correggere una Classe III scheletrica.
Per quanto riguarda il costo, nella maggioranza delle strutture nazionali l'intervento può essere erogato in regime istituzionale, senza alcun pagamento.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Credo che entrambe le domande debbano essere poste a chi la prenderà in cura.
L'intervento può essere gratuito con il SSN, ma può anche essere eseguito privatamente. Il trattamento ortodontico è sempre a pagamento, sia nelle strutture private che pubbliche.
[#3] dopo  
4165

Cancellato nel 2015
Gentile Utente,
l'esame clinico e strumentale accurato, in un caso come il suo, è assolutamente necessario per porre una corretta disgnosi e quindi formulare un piano terapeutico. Le consiglio di eseguire una valutazione da parte di un'equipe di cui facciano parte un ortodontista ed un chirurgo maxillo facciale, esperta nel trattamento delle malocclusioni su base scheletrica e dei problemi clinici a loro connesse. Si rivolga con fiducia ad uno dei centri di chirurgia maxillo-facciale nella sua regione per una valutazione del suo caso
[#4] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
Le confermo la necessità di una diagnosi precisa e di documentazione adeguata.
Una volta posta diagnosi e relativa indicazione, per quanto riguarda il costo del trattamento ortodontico pre-chirurgico, questo risulta assai variabile.
Le suggerisco di visitare il sito www.sido.it, ed eventualmente www.sicmf.org, per trovare un elenco di specialisti a Lei vicini
[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente, sta prendendo in considerazione la chirurgia per motivi estetici (si vede brutta) o per disturbi funzionali (dolori)? Prima di tutto si provi a chiedere perché farlo, se i motivi sono importanti e reali....... perché non farlo?
Saluti
Daniele Tonlorenzi
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, una correzione di 3° classe scheletrica richiede la sezione di due pezzi di mandibola (in genere di fianco) in modo da poterla accorciare.
Giustamente lei ha il DIRITTO di sapere a cosa può andare incontro.
Quello che le descrivo è una descrizione MEDIA, che lei potrà trovare anche girovagando in rete, in mezzo però a tante altre sciocchezze che vengono raccontate.
Non sono riferite al suo caso specifico.

PRIMO RISCHIO:
Va sezionato un lato della mandibola (vanno probabilmente sezionati entrambi i lati).
All'interno di questa mandibola decorre il nervo mandibolare, che porta la sendibilità al labbro.
Una lesione al nervo le provoca una sensazione di anestesia paragonabile a quella che provocano le anestesie dentali.
E' quasi impossibile non lesionare il nervo durante l'intervento, ma per lo più è una lesione non traumatica, e la parestesia (questo il termine tecnico) è in genere temporanea (anche 2-3 mesi).
In un numero di casi tuttaltro che trascurabile tale lesione è irreversibile e la parestesia permanente.

SECONDO RISCHIO:
Il modello neuromuscolare che l'ha portata alla terza classe resta immodificato.
In un numero consistente di casi si assiste alla recidiva dopo un numero variabile di anni.
Può tornare come prima, quindi, o quasi.

Affronti l'intervento solo dopo aver meditato bene sui rischi e sui benefici.
[#7] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Salve a tutti, mi scuso se rispondo solo ora ma non ne ho avuto la possibilità di farlo prima.
Ringrazio innanzitutto tutti i medici che mi hanno risposto e devo dire di essere soddisfatta delle risposte.
Rispondo alle domande poste dal Dr. Tonlorenzi:
allora dottore, non so molto dei disturbi funzionali che porta una terza classe, ma so che uno di questi sono i frequenti mal di schiena di cui io soffro molto visto la posizione errata della mia mandibola.
bhè mentirei se le dicessi che non è anche per un fattore estetico, non mi vedo bruttissima ma so che potrei essere migliore! se fosse però solo per questo ricorrerei alla mentoplastica visto che ho il mento un pò accentuato del normale.
ho prenotato una visita specialistica al Policlinico nuovo di Napoli (la mia città!) che effettuerò il 30 marzo.
Valuterò ciò che mi diranno e sarò disposta ad affrontare i rischi per risolvere problemi sia fisici che estetici che una terza classe porta (anche se penso che la mia mandibola sia più avanti della mascella di mezzo cm quindi di poco...)
ma credetemi porta anche problemi psicologici.
un problema del genere fa sentire diversi, sbagliati, ...
non vi nascondo che la paura è molta visto che non sono neanche mai stata operata (per fortuna) in niente!
vi lascio immaginare come mi sento solo a pensare che forse tra un anno affronterò un'operazione chirurgica molto complessa...
scusate se mi sono dilungata!
Buon lavoro a tutti e ancora grazie
M.
[#8] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Se lo fa per i disturbi fisici chieda al chirurgo se in presenza di dolori atipici, l'intervento fa migliorare la sintomatologia o se c'è il rischio che peggiori. Nella mia esperienza fare molti cambiamenti in bocca a soggetti con dolore può essere pericoloso.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
[#9] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Seguirò il suo consiglio.
La ringrazio ancora
Buon lavoro a tutti
M.