Utente 100XXX
Buongiorno,
Mio figlio di quasi un anno è nato con il dito medio della mano sinistra più corto rispetto ad indice ed anulare. La stessa particolarità è presente, in modo meno marcato, anche nella mano destra. Poichè il dito conserva capacità motorie adeguate, il pediatra ritiene che si tratti di una "caratteristica" di cui non dobbiamo preoccuparci, ma con il passare dei mesi e con il crescere delle manine, la differenza tra le dita si sta facendo sempre più marcata. Inoltre adesso che il bimbo inizia a gattonare, ha iniziato ad appoggiare la manina facendo forza principalmente su indice ed anulare che quasi si toccano in prossimità della prima falange, poichè a quell'altezza non hanno il dito medio che li separa. Non siamo purtroppo a conoscenza di casi analoghi e di conseguenza non sappiamo a chi rivolgerci per una consulenza, ammesso che sia necessaria. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Credo che la cosa migliore sia attendere. Un anno è un'età troppo precoce sia per valutare eventuali variazioni di crescita, sia soprattutto per formulare qualsiasi tipo di intervento terapeutico.
Nulla vieta comunque, per sua tranquillità, di fare una visita ortopedica.

Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Sandro Reverberi
24% attività
8% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
premesso che è effettivamente difficile valutare bene un bambino di quell'età, come suggeriva il Collega, alcune cose possono essere comunque apprezzate anche in un bambino piccolo d anche dai genitori. Ad es. è possibile differenziare se la brevità del dito sia realmente del dito oppure del metacarpo corrispondente.
Se flettendo le dita della mano del bimbo la testa del III metacarpo non sopravanza le teste degli altri metacarpi (come avviene nell'individuo normale) si tratta di una bradimetacarpia, cioè il III metacarpo è più corto. Il dito sembra più corto mentre in realtà è solo il metacarpo più corto.
Viceversa, se il metacarpo è normale e la lunghezza del dito è più corto bisogna pensare ad un'alterazione della lunghezza delle falangi.
Le dita dei piedi sono normali o esistono anomalie anche nei piedi?