Utente 623XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 23anni alto 168cm 80kili ex obeso (ho perso 40 kili da gennaio 2008) fumatore.
Vi scrivo perchè ultimamente ho notato un aumento dei miei battiti cardiaci (vanno dai 90 ai 120/125 al minuto) anche a riposo; l'aumento dei battiti e' associato a uno stato di agitazione come "se stesse per accadere qualcosa", oppure con dolori toracici simili ai dolori intercostali che prendono anche l'avambraccio sia a destra che a sinistra (occasionalmente); o con una sensazione di bruciore in centro al torace, non so se può essere inerente ma a volte avverto dei brontolii sotto il cuore sopratutto in posizione da sdraiato.
Nel 2007 mi era già successo di avvertire questi dolori ed ero andato al pronto soccorso e mi fecero un elettrocardiogramma e in quella visita rilevarono pressione arteriosa 130/85 frequenza cardiaca = 130r, saturazione O2 = 97%aa, e come esame obbiettivo scrissero paziente obeso (all'epoca pesavo ancora 120) toni cardiaci ritmici validi tachicardici, MV diffuso su tutto l'ambito e mi diedero come cura lansoprazolo 30 mg x 30 giorni, in effetti dopo quella terapia non sono più ricomparsi fino a circa un paio di mesi fa.
Ora non sò se spaventarmi o meno, premetto che a giorni vado dal mio medico curante a informarlo ma ora mi sarebbe molto di sollievo sentire un Vostro parere sulla gravità dei miei sintomi; sperando in un Vostro consulto Vi porgo i miei piu cari saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in assenza di un ECG e di alcuni valori ematologici, non è possibile fare una diagnosi sulla nature della sua tachicardia.
Pertanto le consiglio di effettuare ECG, visita cardiologica e prelievo venoso per valutazione della funzionalità tiroidea.
Saluti,