Utente 145XXX
Buongiono,
frequentavo regolarmente la piscina senza alcun problema. Ho ripreso dopo una pausa dovuta alle festività natalizie ma, da quel giorno, dopo circa 2-4 ore sopraggiungono sintomi simili alla febbre (con temperatura sopra i 37) brividi (fortissimi), difficoltà respiratorie ed un dolore sul dorso all'altezza delle scapole. Soffro di asma allergica(parietaria,acari,cane,gatto) ed ho provato con il ventolin ma, l'affanno diverso da quello delle "normali" crisi d'asma, è alleviato solamente per pochissimi minuti.

Tempo fa ho mangiato delle ciliege lavate con Amuchina diluita in acqua ed ho avuto sintomi simili.

Frequentando la sauna a bordo piscina stessi sintomi di natura più lieve.

Mi sono fatto visitare più volte da cardiologi ed allergologi. Hanno risposto con un ragionevole ma laconico: "eviti la piscina". Ovviamente ho ascoltato il consiglio - evito la piscina.

Cosa può essere? intolleranza all'ipoclorito sodico

Grazie in anticipo

Cordiali saluti



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro amico, posto che ogni additivo possa risultare allergogeno, dobbiamo chiederci il perchè di questa Sua iperreattività... Evidentemente occorre riequilibrare la risposta immunitaria. Personalmente suggerirei, oltre ad evitare per ora le sostanze presumibilmente allergizzanti, l'assunzione dei seguenti preparati omeopatici:
* ACIDUM CIS-ACONITUM INJEEL - 1 FIALA INTRAMUSCOLO I GIORNI DISPARI
* HISTAMIN INJEEL FORTE - 1 FIALA INTRAMUSCOLO I GIORNI PARI
Mi aggiorni, se crede, fra tre settimane circa. A presto.