Utente 100XXX
Buongiorno,
racconto la mia storia brevemente: Da diversi mesi sto cercando di diventare padre. Purtroppo i vari tentativi sono stati vani. Cosi con mia moglie, abbiamo deciso di chiedere un consulto ad uno specialista della fertilità di coppia.
In previsione della visita abbiamo fatto alcuni esami. Io mi sono sottoposto ad un esame dello sperma con spermiogramma.Il risultato è una percentuale del 95% di spermatozoi acinesi. Ovviamente questo risultato ci ha spaventati tantissimo, e cosi per avere certezza della situazione abbiamo rifatto presso un nuovo laboratorio l'esame e qui venuta fuori una infezione da klebsiella pneumoniae.
E questo invece è lo spermiogramma
volume 2,5 ml
ph 7,6
n spermatozoi 33.000.000
cellule rotonde: aumentate
Agglutinazioni: assenti
Emazie: alcune
Aspetto pulverulento

Motilità:
10% progressione lineare
15% motilità moderata
65% immobili

vitalità: 65% spermatozoi vivi
Morfologia
41% di forme normali
20% malformazioni della testa
18% malformazioni seg. intermedio
14% malformazioni della coda
7% forme immature

Aumentate cellule germiali
Aumentati globuli bianchi
Conclusioni astenoteratospermia - note flogosi

Per avere una completezza di dati mi sono sottoposto anche ad un Ecodoppler dei testicoli dal quale è stato evidenziato un varicocele di 2° grado.

Siccome l'appuntamento con il professore è solo tra 20 giorni, io ora vi chiedo un consulto per cercare almeno di capire bene quali potrebbereo essere le cause e le possibili strade da percorrere.
E nello specifico i dubbi miei sono: La situazione può essere definità di infertilità?
Lo stato dello sperma può essere stato causato dall'infezione del Klebsiella pneumoniae?
L'infezione è trasmissibile al partner con i rapporti?
Quali altre cause potrebbero aver scaturito uno spermiogramma cosi "anormale"?
Quante possibilità ho di guarire e tornare a sperare in una paternità "naturale"?
Attendo con ansia la sua risposta, e sento di ringraziarla anticipatamente per quanto potrà fare per me.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
le sue preoccupazioni sono tutte comprensibili!
Per astenoteratozoospermia si intende una alterazione del liquido seminale in cui si riscontra una ridotta percentuale di spermatozoi mobili (asteno) e di spermatozoi morfologicamente normali (terato).
Tuttavia la percentuale di spermatozoi morfologicamente normali nell'esame da lei riportato risulta del 41% che dovrebbe essere una percentuale normale secondo quanto stabilito dal W.H.O. Il primo consiglio è quindi quello di eseguire un esame del liquido seminale presso una struttura che adotti i criteri stabiliti dal W.H.O.
Per quanto attiene alla presenza del varicocele esitono varie classificazioni (vedi www.giambersio.it). Teoricamente sia l'infezione che il varicocle possono essere responsabili delle eventuali alterazioni del liquido seminale. Una visita andrologica, a questo punto, è indispensabile proprio per dare una giusta interpretazione di questi risultati ed individuare la migliore strategia terapeutica.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno dottore,

Le scrivo a distanza di quasi un mese perchè sono stato protagonista di quello che io ritengo un miracolo.

Domenica scorsa ho scoperto che mia moglie è incinta. Nonostante la mia situazione (di cui sopra) oggiaspettiamo un bambino.

Ora però ci domandiamo: è possibile che lo stato infettivo mio e tutta la situazione dello sperma possano compliacare la gravidanza ( o addirittura essere causa della perdita del bambino) e determinare complicanze al feto?

Attendo una sua risposta in merito e anticipo sin da ora la mia gratitudine.

Ale
[#3] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
intanto grazie per la buona notizia!
Non si tratta di un miracolo perchè la sua situazione
non era affatto disastrosa.
Non si preoccupi per il decorso della gravidanza, però consulti al più presto un ginecologo che possa seguire sin dall'inizio sua moglie.
Con i più cordiali saluti