Utente 101XXX
buongiorno,

ho 25 anni e durante un rapporto sessuale non riesco a mantenere l'erezione...diciamo che durante la fase dei preliminari a volte riesco ad avere l'erezione ma poi durante il raporto stesso no...capite bene che non è possibile cambiare posizione con il mio partner ne tantomeno permettere che il pene fuoriesca dalla vagina altrimenti si dovrebbe ricominciare da zero...Due anni fa sono andato da un andrologo a causa di alcune punture che sentivo all'altezza dei testicoli e mi ha diagnosticato un varicocele che in quel tempo nn era chirurgico. Secondo voi il varicocele e il mantenimento dell'erezione possono essere in qualche modo collegati? Ho letto ovunque che la natura puo' essere pretamente psicologica...durante il rapporto mi preoccupo della mia erezione e questo è gia un problema perchè dovrei viverla piu serenamente ma in quel momento non capisco se il problema è fisico o psicologico quindi iniza un circolo vizioso: visto che potrei avere un problema fisico controllo e penso alla mia erezione di fatto questo fa inevitabilmente subentrare la psicologia.
Avete dei consigli, oltre che una visita da un andrologo che ho prenotato, da darmi? Non so magari medicine naturali che possano farmi tranquilizzare...magari già utili nel breve periodo prima di fare i dovuti accertamenti??

Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il suo varicocele non c' entra nulla. Certamente a 25 anni in assenza di fattori di rischio (malattie metaboliche, fumo, alcool, sostanze varie) il fattori psicologico viene in mente per primo, ma comunque la sua situazione va valutata da un esperto andrologo per controllare anche altre situazioni (circolatorie ed ormonali) che possono essere la causa del suo problema. Faccia sapere come vanno le cose. Torni dal suo nadrologo per una valutazione di rito magari portando un esame seminale visto che ha un varicocele.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente come detto il varicocele non influisce,sulla potenza sessuale ma può influire sulla fertilità ,. ne parli con il suo andrologo per una corretta valutazione del caso
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Salve grazie a tutti per le risposte diciamo che a mio modo di vedere il mio carattere mi porta a vivere con ansia molte situazioni e questo si ripercuote sul mio organismo nonchè sul mio star tranquillo durante i rapporti...ho visto un farmaco fatto di erbe chiamato slow control secondo voi puo' essere utile? Qualcuno ha testimonianza di efficienza del "farmaco"?

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
vada da un collega ed eviti il fai da te.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

segua la saggia indicazione del collega Cavallini, abbandoni ogni esitazione e consulti un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
volevo semplicemente sapere questa cosa a base di erbe se puo' aiutare nel rilassarsi nn sono medicine ma erbe...
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

si ricordi che molte medicine sono su base estrattiva , cioè sono a "base di erbe".

Anche queste terapie, quando sono efficaci e "vere", richiedono sempre una attenta valutazione medica, una diagnosi e poi la loro precisa indicazione.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

i fenomeni erettili che devono consentire di ottenere un pene sufficientemente rigido da poter penetrare in una cavità virtuale ( vagina, ano) e mantenerlo adeguatamente rigido tanto da avere un piacere fisico e determinare un piacere fisico nella o nel partner o per arrivare ad avere una eiaculazione in vagina che possa garantire la riproduzione, sono legati a fattori anatomici, vascolari, arteriosi e venosi, gestisti dal Sistema Nervoso Centrale.
Molti soggetti presentano un sistema venoso non particolarmente efficiente tanto da avere emorroidi, vene varicose alle gambe, varicocele, varici nasali.
Molti di questi pazienti lamentano una certa difficoltà ad ottenere una ottimale rigidità del pene, a mantenerla nel tempo tanto da avere rapporti penetrativi soddisfacenti.
Il fenomeno è particolarmente "angosciante" quando si manifesta in giovane età. Spesso ne derivano problematiche emozionali, psicologiche che possono accentuare e ditorcere il fenomeno.
Consulti uno specialista e segua le sue indicazioni
cari saluti
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
so bene che è a base di erbe, ma è più impotrtante la parola dal vivo di un collega che tutte le medicine del mondo. Scientificamente provato.