Utente 145XXX
Buon giorno,
da circa 3/4 anni faccio uso di minias, ora ne prendo circa 30/40 gocce al giorno. Ho provato qualche volta a diminuire pian piano per poi arrivare a smettere ma tutte le volte ho avuto brutte sensazioni: giramento di testa, difficoltà a dormire, mal di tersta...non so come fare...da solo non ce la faccio.
A quale medico mi dovrei rivolgere? A quale specialista?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Silvio Presta
28% attività
8% attualità
4% socialità
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro utente,
il medico competente è lo specialista in psichiatra che abbia però una particolare competenza in neuropsicofarmacologia (molti psichiatri infatti hanno un orientamento di tipo psicanalitico e in questi casi il loro apporto non è molto utile). Molto valida è l'equipe del Prof. G. Maina che può trovare presso il Dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Torino.
Cari saluti
Silvio Presta

www.silvio-presta-psichiatra.tk
[#2] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

la cosa che piu' mi incuriosisce e' sapere chi le ha prescritto il Minias per tutto questo tempo e come mai oggi non sa piu' rivolgersi allo stesso medico.
Il minias necessita di una prescrizione mensile che qualche medico le fa. Sicuramente la farmacia non glielo puo' rilasciare senza ricetta altrimenti commetterebbe un reato.....
Pertanto, si rivolga da subito al medico che mensilmente le prescrive il farmaco e se non e' competente si faccia indirizzare da uno psichiatra che possa gestire il problema.
Una considerazione che non e' riferita a lei, e' che nella mia pratica clinica la maggior parte dei pazienti vengono "rovinati" da medici non psichiatri e poi si devono rivolgere a psichiatri per risolvere la situazione, molto spesso in condizioni di grave emergenza...perdoni la digressione.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

L'assunzione continuata per lungo tempo di MINIAS come di qualsiasi altro tranquillante può provocare dopo i primi tempi i sintomi che lei ha elencato. Il problema è però questo: non esistono, a parte eccezioni specifiche, ragioni perché si prescrivano farmaci tipo MINIAS per tempi così lunghi, specialmente se lo si fa come tranquillanti, perché la loro funzione si esaurisce dopo i primi tempi essendovi assuefazione da parte dell'organismo, e con l'assuefazione le proprietà ansiolitiche scompaiono. Spesso si rimane legati psicologicamente al farmaco, e spesso anche perché se si prova a sospenderlo si sta subito peggio. Questo non significa che CON il farmaco si sta meglio, ma che una volta assuefatti, se è il caso di sospenderlo, bisogna farlo con gradualità e sotto controllo medico.
Se il MINIAS è stato prescritto per un disturbo che lei aveva e non ha più, molto probabilmente continuerebbe a non averlo anche una volta sospeso il MINIAS. Se invece il MINIAS è stato prescritto per curare un'ansia che lei continua ad avere tuttora, sempre o a periodi, sarebbe opportuno curare l'ansia con qualcosa di più specifico, e magari in seguito sospendere gradualmente il MINIAS.
Infine, il rischio nel prendere il MINIAS per lunghi periodi è quello di iniziare a farne abuso, cioè ad usarlo senza più controllo sulle quantità e sui sintomi di intossicazione, che mi par di capire non sia il suo caso comunque.
Le consiglio quindi di rivolgersi ad uno specialista o anche al medico di base per sapere 1) se deve curare un qualche disturbo d'ansia; 2) come sospendere con gradualità il MINIAS.