Utente 694XXX
Ho notato una strana formazione sotto il glande del pene, credo che ci fosse sempre stata, ma ultimamente(forse è solo una mia impressione) mi sembra più vistosa, io ho sempre creduto che fosse una formazione di vene o piccole arterie che si sovrappongono, toccandola è una formazione stabile(ovvero che tende a mantenere la sua forma) ma morbida propio come le vene che la circondano, però è rialzata, non mi crea nessun problema perchè credo di averla sempre avuta, però volevo sapere se è una cosa del tutto normale e che dipende solo dalla mia personale conformazione oppure vale la pena di fare una visita da un andrologo. allego un paio di foto per maggiore chiarezza: http://skitch.com/nightwind84/brhjy/img-0004 http://skitch.com/nightwind84/brhj9/img-0007

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
vedendo le foto si direbbe una struttura venosa. Sarebbe però importante conoscerne anche la consistenza, cosa possibile solo in corso di visita.
[#2] dopo  
Utente 694XXX

Iscritto dal 2008
caro dottore la ringrazio molto della risposta, ultimamente sto riscontranto anche un ulteriore problema, dopo aver avuto la febbre per svariati giorni ho assunto degli antibiotici per un lungo periodo come prescritto dal mio medico di base, ho assunto anche nimesulide per alleviare i sintomi e lansopranzolo come grastroprotettore... dopo una settimana circa la febbre è passara, ma nei giorni successivi ho notato un eritema comparire sull'asta del pene, quasi alla base... pensando che fosse un eritema causato dal massiccio uso di farmaci ho aspettato, ed in effetti dopo circa 5 giorni sembra essere rimasto solo un leggero rossore nella zona, ma mentre questo eritema è scomparso ho iniziato(visto che controllavo periodicamente la zona dopo aver notato l'eritema) che contemporaneamente hanno iniziato a comparire come tanti brufoletti che non avevo mai avuto prima! sono comparsi alla base dei peli presenti sull'attaccatura dei testicoli con l'asta e si sono sparpagliati un pò su tutta l'asta... la cosa strana è che non sono come i classici brufoli che sono rialzati e che sembrano contenere sebo, sono tutti sottopelle e si vedono solamente guardando con attenzione perchè in realta al tatto la pelle appare liscia... per ora non mi sembra che mi creino nessun problema, ma siccome non li avevo mai avuti non credo sia una cosa normale sulla base di ciò che ho esposto cosa potrebbe essere?... tutto questo può essere causato dai semplici farmaci che ho assuntoo per curare una(seppur brutta) febbre? e se vale la pena di farsi visitare da qualcuno in questo caso è consigliato andare da un dermatologo/venereologo oppure da un andrologo?
[#3] dopo  
Utente 694XXX

Iscritto dal 2008
allego anche un ulteriore foto giusto per completezza anche se non credo si vedrà molto in questo caso... http://skitch.com/nightwind84/brha6/img-0005
[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
In effetti dalla foto non si capisce molto. Utile una valutazione diretta, in prima battuta anche del suo medico di famiglia.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

in effetti, come già anche detto dal collega Pescatori, la foto che ci invia è veramente incomprensibil e comunque quadri clinici particolari come il suo non possono essere affrontati e tanto meno capiti e risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta e completa valutazione clinica in diretta .

A questo punto consulti il suo medico di medicina generale che, esaminato in prima istanza il suo problema , potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica dermatologica od andrologica.

Altra ed ultima osservazione poi, vista la sua "giovane" età, approfitti comunque di questo "disturbo" , per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalla sua compagna che sicuramente ,già da anni, conosce il suo o la sua ginecologa

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com