Utente 100XXX
gent. Dott. Masala,
ho già postato lo steso quesito nella sezione dermatologia/malattie veneree, ma per me sarebbe molto importatante sentire anche un suo parere.
Ho avuto un rapporto orale a rischio in quanto effettuato senza protezione con eiaculazione in bocca e ingestione dello sperma con persona di cui non conosco lo stato di salute. Inoltre nel corso del rapporto ci sono state due penetrazioni vaginali.
Ho eseguito:
1)TEST HIV
Ag (p24)/Ab (HIV1-2) CMIA A 63 GG. dal contatto - NEGATIVO
HIV Ab a 71 GG. dal contatto - NEGATIVO
Ag (p24)/Ab (HIV1-2) CMIA A 90 gg. dal contatto - NEGATIVO
2) EPATITE B (per cui sono stata vaccinata circa 15/16 anni fa)A 79 GG. dal contatto
HbsAg (antigene australia) - NEGATIVO
HBsAb TOTAL - 935 mIU/ml
3)SIFILIDE a 87 GG. dal contatto
VDRL: <1/2
TPHA QUALITATIVO: < 1/80
TREPONEMA PALLIDUM Abs IgG: 0.10 UA
TREPONEMA PALLIDUM Abs IgM: 0.30 UA
Per quanto riguarda i tempi finestra di epatite B e sifilide li ho superati?
I 100 giorni per considerare definitivo un test hiv possono essere equiparati ai 90 che ho lasciato trascorrere io o sarebbe meglio ripetere il test?
Mi consiglia qualche altro controllo?
Grazie mille.
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente scusi l'immenso ritardo ma ho qualche problema di lavoro. No ho dubbi che i colleghi venereologi abbiano risposto al meglio essendo periti nella materia. Per completezza ribadisco che per l'HIV salvo casi particolari il periodo finestra sufficiente è quello superiore ai 90 giorni, per prassi io ne indico 100; per la sifilide è bastevole un mese, per l'epatite B è sempre di sei mesi.
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
gentile dott.Masala, la ringrazio per la risposta.
Visti i valori di HBsAB (935) ritiene che io sia immune?
é normale che siano così alti nonostante siano passati circa 15 anni dal vaccino?
Nel frattempo ho effettuato test Hiv a 104 giorni (negativo) presso un labortaorio privato. Non conosco la metodica, ma sul referto è indicato ANTICORPI HIV 1-2 ANTIGENE P 24. Ritiene sufficiente o sarebbe meglio informarmi sulla metodica?
cosa intende per "casi particolari"?
Intanto grazie tanto davvero.
[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente il valore anticorpo per epa B è protettivo, l'Hiv negativo a 104 giorni può rasserenarla definitivamente. I casi particolari sono vari ma dall'episodio descritto non la riguardano(ipogammaglobilinemie, malattie indicative di HIV, coppia sierodiscordante con rapporti multipli etc).
[#4] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio ancora per la risposta. Il lavoro che svolgete, lei e i suoi colleghi, su questo sito è molto importante.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Speravo di non chiederle più nulla, ma in queste situazioni l'ansia è più forte di ogni cosa.
Cosa intende per malattie indicative di hiv? Perchè dovrebbero aumentare il periodo finestra?
Grazie ancora.
[#6] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente il discorso è tecnico e per gli addetti ai lavori. Le malattie indicative di HIV, come la polmonite da pneumocistis j. non aumentano il periodo finestra, ma sono talmente correlate alla malattia che in caso di esito negativo, il test si ripete comunque.
[#7] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille ancora.
Cordiali saluti.