Utente 896XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 23 anni che,purtroppo, a causa di impegni lavorativi/studio ha ridotto negli ultimi anni l'attivitá fisica (solo qualche corsetta spordicamente, un pó di bici e qualche nuotata in estate).

Controllo comunque spesso tasso glicemico , colesterolo , frequenza cardiaca e la pressione ed i valori che rilevo sono generalmente:

Tasso glicemico: 102
colesterolo totale: 158
Pressione: 70-130
Frquenza a risposo: 80
Frequenza durante una camminata a passo sostenuto: 120-130
Frequenza in corrispondenza di una corsetto (100 M) : 170-178

Ho pero' sempre avuto una bassa tolleranza allo sforzo: il mio battito cardiaco aumenta di frequenza e tono dopo solo una piccola rampadi scale e ho spessil fiatone dopo una decina di bracciate a mare.

Ieri ho effettuato un Visita cardilogica + Ecg ; premetto che ero un po' ansioso/preoccupato ed infatti l'esito é stato:

-P.A. 140/80

-Ecg: Tachicardia sinusoidale freq. 103
Asse elettrico a 90
BBdx incompleto

-Visita: Toni ritmici tachicardiaci validi
Soffio Sistolico 2/6
Assenza di significative alterazioni cardiovascolari in atto

Utile eseguire: Ecodoppler cardiaco
TSH

Consigli: Dieta Iposodica
Attivitá aerobica quotidiana 30-40 Min.


Cé qualcosa che non vá ? Io non ho mai avvertito nessun sintomo tipico della tachicardia!!

Puó tutto ció essere stato causato da uno stato ansioso durante la visita?

Che altri esami mi consigliate di eseguire?

Posso praticare attivitá fisica intenza oppure devo moderare lo sforzo?

La bassa tolleranza allo sforzo da cosa puó essere dovuta?


grazie anticipatamente per la disponibilitá

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, se lei è consapevole che durante la visita dal collega era in un stato ansioso, ciò può spiegare la lieve tachicardia associata a valri pressori ai limiti alti della norma. A ciò tuttavia il collega ha rilevato anche un soffio cardiaco, sulla cui natura è giustamente utile l'esecuzione di un ecocardiogramma colordoppler, così come la lieve tachicardia, ma più per un eccesso di sicurezza, è meritevole di una valutazione della funzionalità tiroidea. In conclusione, è molto probabile che i parametri alterati siano solo fonte del suo stato ansioso, ma, per meglio indagare e soprattutto per sua assoluta tranquillità, le sono stati prescritti comunque esami di routine nel corso di una visita cardiologica.
Saluti