Utente 101XXX
Salve, vi scrivo di un problema che sto vivendo con l'attuale compagna. Non so se si tratta di un problema sessuale vero e proprio, ma sono preda della paura di eiaculare troppo presto. Anzi è successo anche, 5-10 penetrazioni, anche leggere e non sono stato in grado di trattenermi. Questo mi blocca. Non ho il coraggio di penetrarla per poi deluderla. Questa situazione si è già presentata in mie due precedenti relazioni in cui però almeno per il primo anno i rapporti sessuali avevano una durata soddisfacente e le mie ex compagne provavano il loro piacere. In entrambe le vecchie relazioni c'è stata una "dead-line" in cui il mio modo di fare l'amore è cambiato.
Tornando alla situazione di adesso: ho consultato un andrologo il quale mi ha prescritto del Levitra per cercare di acquistare più fiducia nella mia erezione. Premetto che nei primi due tentativi in cui abbiamo cercato di fare l'amore ho perso l'erezione e da qui il consulto con la prescrizione.
Ora non ho ancora preso questo farmaco, più per paura che per altri motivi. Dovrei farlo? Partire da qui e vedere cosa succede? Scusate se sono stato un pò disorganico nella relazione, ma sono preoccupato. Vorrei sempre dare il piacere alla mia compagna.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
dal suo post emergono diversi aspetti: eiaculazione che occorre anzitempo, difficoltà di erezione, evitamento per timore di non essere all'altezza ... . Tutti questi aspetti possono essere tra loro concatenati; è importante dare la corretta interpretazione di quale è la causa principale che determina poi gli altri eventi. E ciò è possibile solo attraverso il colloquio clinico e la visita.
Il suggerimento è pertanto di seguire la strategia concordata con il suo Andrologo, e riportare a lui gli esiti di questa strategia.
Ci tenga informati.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Pescatori, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450 ,

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#3] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Grazie delle risposte. Proprio nella giornata di ieri ho provato a prendere il farmaco, che ha funzionato, e abbiamo avuto un rapporto soddisfacente. Userò anche le restanti pillole e poi proverò ad avere rapporti senza il farmaco e vedere cosa succede. Posso anticiparvi che erezioni come quella ottenuta con il farmaco era da diverso tempo che non le ottenevo.
In questi giorni ho anche letto vari post sul vostro portale (vi faccio i complimenti perchè molto ben studiato e utile) che mi hanno fatto riflettere sulla mia situazione. Direi di avere una importante mancanza di erezioni mattutine, da diverso tempo. Una mancanza di erezioni spontanee, insomma devo sempre sollecitare per avere un'erezione. Consigliate accertamenti clinici?
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

a questo punto continui a seguire le indicazioni ricevute dal suo andrologo, mi sembra sulla strada giusta per risolvere il suo problema.

Sarà lui a darle, se necessarie, l'indicazioni per fare ulteriori accertamenti clinici.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com