Utente 102XXX
salve ho 26 anni ed ho una malocclusione di 3 classe con latero deviazione a sinistra. A causa di ciò, ci sono anche dolori fissi muscolari sul dorso della schiena e cervicali, non ho la possibilità di operarmi privatamente, ma ho notato che finora nessun medico della pubblica sanità, mi ha fornito una spiegazione esauriente dal punto di vista risolutivo. Sono prossima ad un intervento mascellare per farmi chiudere finalmente la bocca presso l'ospedale San Filippo Neri di Roma, ma ho sentito parlare molto bene, da poco, del professor Iannetti, dell'Umberto primo.Non essendo chirurgo non so di chi fidarmi avendo letto i sfortunati interventi non risolutivi di cui alcune persone sono vittime. Potete consigliarmi la migliore struttura ospedaliera per questo tipo di intervento ed anche il chirurgo, sempre che non sia già uno di questi. Premetto che dovrei operarmi il 26 Marzo 2009, ma se fosse necessario cambierò struttura.
Grazie mille spero che possiate rispondermi con sincerità perchè una volta operata in futuro non voglio più farci rimettere la mano.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
4165

Cancellato nel 2015
Gentile Utente,
nella sua città vi sono molti professionisti chirurghi maxillo-facciali in grado di aiutarla. In caso lei non sia convinto delle indicazioni che le sono state poste, le consiglio di recarsi per una rivalutazione presso un altro professionista. Potrà trovare tutte le indicazioni presso il sito della Società Italiana di Chirurgia maxillo facciale (www.sicmf.org).
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per la risposta, ho visto che sul sito della Società Italiana di Chirurgia maxillo facciale c'è anche il nome del primario che in parte mi segue. Il problema è che ho sentito diversi professionisti, molti daccordo con l'intervento, pochi contrari. Non so chi sia il migliore, visto che nessuno mi ha convinta veramente. L'unico parere che non ho ancora sentito è quello dell'Umberto primo di Roma, ma mi è rimasto poco tempo visto che sto ad un mese dall'intervento!!! Se rimando è un casino, credo. Purtroppo sono scioccata da quello che sento dire dalle persone sfortunate, che si sono operate fiduciose ed ora si trovano a doversi rioperare nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
è abbastanza normale che insorgano dubbi e timori prima di un intervento chirurgico.
Date le Sue perplessità e mancanza di convinzione, Le suggerisco di richiedere un colloquio al chirurgo che dovrebbe operarLa il 26 marzo.
Durante l'incontro potrà esporre ogni suo dubbio, e chiarire così il percorso terapeutico.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno Dr. Miotti, grazie per il suo riscontro. Farò sicuramente quest'altro colloquio con il chirurgo, ma le ripeto, le risposte date in due anni, per me non sono state esaurienti; e poi è impossibile chiedere al tuo chirurgo come stanno i suoi pazienti operati. E' come chiedere com'è il vino all'oste, ed è anche abbastanza offensivo nei suoi riguardi.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi permetto di chiedere un'informazione aggiuntiva: sta eseguendo un trattamento ortodontico prechirurgico?
E' estremamente raro che si possa ottenere una buona occlusione, essenziale per la stabilità e il buon risultato della chirurgia, senza eseguire prima,e in piccola parte dopo l'intervento, una terapia ortodontica.
[#6] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Salve Dr.Spinelli, ho cambiato ortodonzista perchè il mio chirurgo non riusciva a mettercisi d'accordo, non si capivano e intanto sono passati due anni. Con il vecchio otodonzista si era optato per il non intervento , ma poi molti altri medici mi hanno detto che avrei dovuto farlo, quindi ho cambiato idea e il vecchio ortodonzista seguiva alla lettera ciò che diceva il chirurgo, senza però, neanche conoscerlo. So che avrei dovuto portare anche il bite prima dell'intervento, ma il mio chirurgo dice che può agire con il bite anche dopo l'intervento. Adesso sono in cura ortodontica dal suo primario.
Ho paura che il percorso che sia stato fatto non mi abbia preparato correttamente per l'intervento.
[#7] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
è invece proprio possibile "...chiedere al tuo chirurgo come stanno i suoi pazienti operati...", e non deve essere ritenuto potenzialmente "offensivo".
Anzi fa proprio parte dell'informazione che l'utente può e deve chiedere ai sanitari prima di un consenso a cure o interventi, anche senza arrivare all'eccesso americano di pretendere le casistiche con percentuali di successo e insuccesso.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile signora, la causa dell'intervento è estetica oppure funzionale (per il dolore)? Nei miei pazienti non faccio spostare piani ossei, denti e muscoli della masticazione in caso di presenza di dolore marcato. Talvolta i risultati non sono stati (secondo la mia esperienza) quelli attesi. Secondo me Lei deve per prima cosa togliersi il dolore.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
PS Io uso uno strumento simile a
http://images.google.it/imgres?imgurl=http://www.atosmedical.com/upload/mj_lq_0024_245x162.jpg&imgrefurl=http://www.atosmedical.com/Home/Products/Mouth_Jaw/Patient_Information/About%2520Trismus.aspx&usg=__rRS4wCqBjd_nRxz5YvfNhDCBkCM=&h=162&w=245&sz=16&hl=it&start=3&tbnid=LAbk-URT8Ap9pM:&tbnh=73&tbnw=110&prev=/images%3Fq%3Datos%2Bmedical%2Babout%2Btrismus%26gbv%3D2%26hl%3Dit e chi l'ha usato ha trovato grossi miglioramenti. Su questo strumento ci sono molte ricerche.