Utente 102XXX
Sono una donna di 52 anni,da circa un anno soffro di uno strano fenomeno che consiste nell'apparizione continua di macchie rossastre definite anche "ponfi"localizzate in tutto il corpo che danno un prurito indescrivibile e mi costringono a "Grattarmi" continuamente. Ho consultato dermatologi e allergologi,ho fatto esami di ogni sorta, tutti negativi, richiesti dagli specialisti consultati i quali alla fine mi hanno liquidato con la seguente diagnosi: "urticaria". Mi hanno prescritto farmaci quali ATARAX, SINGULAR,XIZAL e ZIRTEC ma senza ottenere nessun beneficio. L'unico farmaco efficace è il cortisone MEDROL preso in pillole ma appena smetto di assumerlo i sintomi si ripresentano inesorabili. Mi trovo in una situazione che non posso più sopportare e per questo vi chiedo aiuto poichè non posso prendere per tutta la vita il cortisone che a lungo andare può danneggiarmi.Sono disposta a ricoverarmi in ospedale ma i medici consultati non me lo hanno mai proposto. Potete darmi un consiglio? Capisco che una diagnosi a distanza è pressochè difficile ma per me è già qual'cosa.
Attendo una risposta e Vi ringrazio infinitamente. Distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
12% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Egr. Signora, le cause di orticaria possono essere tantissime (es. orticaria dermografica, orticaria da stress, orticaria da helicobacter, etc) e andrebbero confermate o escluse con un checkup mirato presso il Suo dermatologo di fiducia. A distanza non è possibile poter giungere a delle conclusioni attendibili e utili per Lei. Concordo sul fatto che il cortisone non può essere utilizzato per periodi lunghissimi e indefiniti. La terapia andrà programmata in base al tipo di orticaria in atto, in base ad eventuali esami che il Suo dermatologo riterrà opportuni (es. dosaggio IgE totali PRIST, test orticaria fisica TOF, etc) e in base al tipo di risposta ottenuta, con le terapie effettuate finora. Cordiali saluti e in bocca al lupo!