Utente 102XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 21 anni, affetto ormai da un lustro da tendinite ai gomiti (dovuta all'intensa attività di batterista e chitarrista) che ho aggredito attraverso le cure più disparate (fans+ultrasuoni, laser, osteopatia, agopuntura) e sebbene abbia trovato un sollievo alle fasi acute del dolore, esso si ripresenta con una certa intensità in attività che pongono sotto stress la zona.
Ho inserito questo preambolo per andare a parlare del problema che più mi preme, che immagino essere fortemente connesso a quanto ho sopra riportato.
Da non più di tre anni avverto con insistenza una forte debolezza ad entrambe le mani nello stringere gli oggetti. Tale debolezza è più forte la mattina appena destato, e quasi svanisce dopo aver svolto attività impegnative (come suonare la batteria), per poi ricomparire periodicamente durante la giornata.
A causa della tendinite ho usato e tuttora uso per lunghi periodi fasce che applico ai polsi ed ai gomiti.
Inoltre, quando avverto i malesseri della tendinite, è facile che avverta il dolore irradiarsi alle dita centrali della mano (medio e anulare).

Spero di esser stato sufficientemente esaustivo per dar modo di inquadrare il fenomeno. Ovviamente, in caso fosse necessario, non esiterei a fornire qualsiasi ulteriore descrizione.
Aggiungo in ultima battuta che dopo aver frequentato una palestra per un mese nel corso dell'estate passata, ho riscontrato un aumento della forza, svanito poi nel proseguo dell'attività.
Probabilmente le lunghe ore trascorse al computer e una vita sedentaria aggravano il problema che ho descritto.

Grazie infinite per il tempo concessomi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Credo sia opportuno eseguire una visita ortopedica per valutare la natura dei suoi problemi.
Da quello che lei riferisce sembrerebbe un'epicondilite, ma non da escludere anche una sindrome del tunnel carpale.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Ringrazio per la cortese risposta, dottor Milano. E in effetti l'epicondilite è ciò che mi è stato sempre riscontrato, anche se nessun medico si è mai curato particolarmente del fastidiosissimo sintomo alla mano, una volta appurato il dolore al gomito.
E' quindi l'epicondilite una spiegazione della debolezza? Ciò che mi aveva fatto pensare al tunnel carpale (nella pochezza delle mie conoscenze) è che nei lunghi periodi di sollievo, alla scomparsa del dolore ai gomiti non si associava la riacquisizione della forza nel serrare il pugno: ciò mi aveva condotto ad ipotizzare una causa diversa ed ulteriore a questo sintomo particolare.
Ancora un ringraziamento