Utente 102XXX
Gentili dottori,

ringraziandoVi anticipatamente per il servizio che offrite, vorrei esporVi il mio caso, nonostante siano gia' presenti numerosi consulti riguardanti la prostatite.
Il mio problema ha inizio nell'aprile 2007 quando ho avvertito i primi dolori/fastidi al testicolo sinistro.
Tra visite andrologiche ed ecografie (non emergeva nulla di che se non un modesto varicocele) sono arrivato a fare il mio primo spermiogrammaa maggio 2008, in sintesi:
leucociti 2111 migliaia/ml e mobilita' rettilinea a 60min 0%, forme normali 48%, patologiche 52% ; conclusioni astenozoospermia.
Esame colturale per Mycoplasma, Chlamidia trachomatis, trichomonas tutti negativi.Dalla seguente visita, emerge una prostata molto dolente al tatto.
Mi viene prescritta una cura antibiotica Levoxacin 500 , 1 cpr/g x 8gg.
Luglio 2008 altro spermiogramma:
leucociti 559, progressiva rettilinea 2%,forme normali 18%, patologiche 82%, conclusioni: astenozoospermia e teratozoospermia.
Spermiogramma ottobre 2008:
leucociti 1361 migliaia/ml, progressiva rettilinea a 60 min 0%, forme normali 0%, patologiche 92%, medesime conclusioni.
Nella seguente vista andrologica, il dottore eseguetampone uretrale ed emerge che e' positiva per escherichia coli >100.000 col./g. e mi prescrive Noroxin 400 2 cpr/g per 12gg.
Spermiogramma dicembre 2008:
leucociti 3668 migliaia/ml, progressiva rettilinea 21%forme normali 0%, medesime conclusioni.
Eseguo a questo punto una ecografia: prostata esaminata sia per scansioni sovrapubiche, sia mediante l'utilizzo di sonda endorettale biplanare.Prostata di dimensioni normali......Regione ventromediale di dimensioni normali con struttura irregolare per gruppo di calcificazioni che occupanmo gran parte del lobo destro. reperto ecografico di prostatite cronica.
Sfiduciato, mi rivolgo ad un altro urologo, il quale mi dice che non c'e' nulla da fare essendo in presenza di prostatite cronica, mette da parte anibiotici e quant'altro ( compresi integratori quali prostamev, flogmev e altri con serenoa repens, ananas, curcuma....che a cicli mensili ho sempre preso ).
Non soddisfatto torno dal mio urologo che mi prescrive nuovamente Levoxacin 500 1cpr/g per 20gg.
Durante la cura antibiotica, come le volte precedenti il dolore al testicolo, sempre il sinistro, scompare e a distanza di qualche settimana si ripresenta con la medesima frequenza di due/tre episodi alla settimana.
Ho finito la cura lo scorso 22 gennaio, ed ora sono nella medesima situazione.
Dovrei effettuare il prossimo spermiogramma ad aprile, ma gia' vedo tutto nero essendosi ripesentato il dolore/fastidio piu' volte.
Scusate se mi sono dilungato , ma sono molto preoccupato per la situazione, ho ovviamente "tagliato" delle parti di esiti degli spermiogrammi ( tutti eseguiti al S. Raffaele di Milano ) per non essere particolarmente prolisso, ma all'occorrenza posso fornire tutti i dettagli.
Ringrazio nuovamente
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente dalla sua descrizione appare una ridotta fertilità con un alto indice di leucociti nello sperma, che sono indice di infiammazione della prostata. premesso la sua situazione è da valutare oltre che per il problema della prostatite cronica che andrebbe capita la causa scatente per poterla curare, anche un dosaggio ormonale, per verificare il problema legato alla fertilità.