Utente 102XXX
In data 20 gennaio ho subito un intervento laparoscopico per l'asportazione di neoformazione del Douglas risultata parete di cisti disepitelizzata con depositi di emosiderina. L'esame istopatologico è a posto e nel corso dell'intervento sono stati tolti dei polipi endometriali. Tutto a posto. A una settimana dall'intervento forti dolori di pancia con febbrie diarrea.Eseguo una visita di controllo. Mi vengono prescritti due antibiotici: Flagyl e Bassado. I dolori e la febbre scompaiono e sto bene a parte una forte sensibilità all'ombelico che reputo normale dopo l'intervento. In data 23 febbraio il fastidio all'ombelico aumenta e non riesco a dormire prona dal dolore. Nei giorni successivi i dolori aumentano, si estendono nella zona attorno all'ombelico con fitte sulla parte destra. Appare una febbre che varia dai 37,1 ai 37,4. L'ombelico perde un liquido maleodorante.La domenica i dolori sono fortissimi e anche solo lo sfioramento dell'ombelico è insopportabile! Decido di prendere il Normix 200 (lo so che non si fa / è l'unico antibiotico che ho in casa). Il lunedì il medico mi conferma l'antibiotico e mi prescrive una visita ginecologica di controllo al prontosoccorso. Decido di rivolgermi per la visita al ginecologo che mi ha operata. Dall'ecografia intravaginale non risultano problemi. Avendo già iniziato con il Normix mi prescrive di continuare per 7 giorni trattando inoltre la zona dell'ombelico con Aureomicina.I dolori sono presenti quando sono in piedi o seduta o sdraiata su di un fianco(con una fitta sulla parte destra). Se sono supina non avverto dolori e posso anche premere la pancia.Feci e urine sono a posto( regolarmente ogni giorno). Oggi ( Giovedì 26 febbraio) ho ancora febbre e dolori. Cosa devo fare? Sono stanca. Che tipo di accertamenti potrei fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Sembrerebbe una infezione locale a carico della cicatrice ombelicale (evenienza purtroppo possibile...). Naturalmente posso parlare soltanto al condizionale, perche' e' comunque necessario affidarsi ad una visita chirurgica per poter determinare la corretta terapia antibiotica da utilizzare e anche per escludere altri eventuali problemi di pertinenza intra-peritoneale.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Ringrazio il Dr. Spina per la risposta. Quali potrebbero essere i "problemi di pertinenza intra-peritoneale?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Poiche' lei ci scrive che "l'ombelico perde un liquido maleodorante" non si puo' escludere che ci sia un versamento intraperitoneale che drena proprio dalla breccia ombelicale... Certo in quel caso dovrebbe avere anche ben altri segni, per cui pare un'ipotesi poco probabile, ma non avendo avuto modo di visitarla non posso escluderlo.
Cordiali saluti